Kit a Metano per motori Diesel

I kit a Metano per motori Diesel consentono risparmi del 30%, riduzioni consistenti delle emissioni e sono pensati per chi fa tanti chilometri.

Da decenni diffusi nel Sudest asiatico, i kit metano-diesel si stanno affacciando da poco sul mercato italiano. Stiamo parlando degli impianti a metano pensati per i veicoli a gasolio, una tecnologia che nel nostro Paese compie i primi passi grazie ai kit messi a punto dalla Landi Renzo e dall'Ecomotive Solutions di Serralunga.
Due proposte pensate per i veicoli commerciali, ma che possono risultare utili anche per chi ha una vecchia auto a gasolio priva di filtro antiparticolato e non ha risorse per cambiarla. Con la conversione infatti, si ottiene un minimo di risparmio sulle spese del carburante e si ha la probabilitĂ  di ottenere il permesso di circolare anche nelle aree dove le diesel prive di Fap sono bandite. Un'opportunitĂ  che potrebbe essere concessa da qualche amministrazione locale, grazie ai minori inquinanti rilasciati dagli scarichi, ma non ancora riconosciuta legalmente a livello statale.

I kit metano-diesel adottano gli stessi componenti degli impianti a gas naturale sviluppati per le vetture benzina, con la sola differenza che, in assenza delle candele, a innestare la combustione è il gasolio. Di fatto quindi non si tratta di un sistema bi-fuel, ma dual-fuel.
Cos'è il dual-fuel? E' un'alimentazione costituita da una miscela di metano e gasolio in quantità variabili in base a diversi parametri (regime di rotazione, carico motore, ecc.). Un mix che, nell'uso normale, è composto al 50% dai due carburanti che permette un risparmio medio del 30% sulle spese di rifornimento. A scendere sono pure le emissioni di polveri sottili e di monossido di carbonio (-60% circa) e di CO2 e di ossidi di azoto (-10-20%).

Al momento i kit dual-fuel per le auto sono ancora pochi.
La Ecomotive Solutions sta lavorando sui pick-up e, al momento, ha reso disponibile il sistema D-GID (acronimo di diesel gas iniezione dinamica) per i per motori Toyota con cilindrata compresa tra 1710 e 2860 cc, in regola con le normative europee antinquinamento da Euro 0 a Euro 4. Anche la Landi Renzo ha omologato il proprio sistema Dual Fuel per i motori Fiat della gamma Bravo e Doblò, sempre rispondenti alle norme sulle emissioni Euro 4 o antecedenti.

Il costo della trasformazione varia da 2.000 a 3.000 euro, secondo le opzioni e le bombole scelte (di solito sono installati serbatoi che consentono un'autonomia “dual” intorno ai 300 km).

Una spesa recuperabile, ai prezzi attuali, in circa 40-60.000 km.
landi_renzo_diesel_metano.jpg
460 x 180 - 33K
Sign In or Register to comment.

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!

Categorie

I piĂą attivi