Tipi di Centraline

Esistono sommariamente due tipi di centraline, quelle che utilizzano le memorie EPROM e quelle che utilizzano le memorie FLASH. Le centraline con EPROM sono le più vecchie come concezione e produzione e sono montate sulle auto meno recenti. Per rimappare queste centraline bisogna smontarle, estrarre il circuito integrato che contiene la mappatura (e sovente anche il programma di gestione), riprogrammarne una nuova, reinserirla nella centralina e provarne il risultato. Questo sistema è più laborioso perchè non è detto che tutto sia a posto al primo tentativo. Per nostra esperienza di solito sono necessari 2/3 tentativi per ottenere buone prestazioni e nessun problema. Perciò DIFFIDATE da chi vi vende i chip già pronti: si tratta di mappature standard, non modificabili e non è detto che vadano bene per la vostra auto. Questo perchè sul funzionamento del motore e sulle prestazioni in generale influiscono tantissimi fattori che vanno tenuti in considerazione quando si riprogramma una centralina. Per esempio i chilometri percorsi, l'usura meccanica, il tipo di guida, eccetera. Perciò non sprecate i vostri soldi in una mappatura STANDARD, piuttosto investiteli in un set di gomme o ammortizzatori nuovi, ne guadagnano la guida e la sicurezza!
Le centraline con Flash sono le più recenti. La mappatura è contenuta in una o più memorie flash che sono riprogrammabili con apposite apparecchiature (o direttamente via connettore sulla centralina oppure via connettore OBD nell'abitacolo). Con queste centraline è più semplice effettuare tentativi multipli di ottimizzazione in quanto basta scaricare una nuova mappa (1 minuto circa) e provare. Sono però più complicate dal punto di vista funzionale perchè:
- hanno molti checksum che vanno sistemati pena il funzionamento del sistema in modalità RECOVERY (basse prestazioni)
- hanno tantissime funzioni da gestire molte interconnesse tra di loro
- hanno diversi sistemi di protezione, sempre più sofisticati
Anche nel caso delle centraline con memorie FLASH esistono dei 'preparatori' che dissaldano le memorie e le risaldano sulla centralina. Questa operazione è rischiosissima perchè le centraline sono sottoposte a vibrazioni continue, a sbalzi di temperature da -20 a + 80 gradi, e a sollecitazioni meccaniche molto forti. Una saldatura non fatta a regola d'arte fà sì che SENZA PREVENTIVI SEGNALI la centralina non funzioni più. Risultato: l'auto non parte o si ferma se era in moto e voi siete di solito a 400 chilometri da casa, una domenica pomeriggio...
Un preparatore serio per la riprogrammazione delle mappature utilizza un sistema di acquisizione dati in tempo reale. In pratica PRIMA si acquisiscono i parametri di funzionamento attuali in base a posizione dell'acceleratore, farfalla, numero di giri, anticipo, status sonda lambda eccetera, poi si ritorna in laboratorio, si studiano le curve di funzionamento attuali e in base all'esperienza del tecnico e alle richieste (spesso ...esagerate...) del cliente si crea una nuova mappatura che TENTI di migliorarne il funzionamento. Per fare ciò sono necessarie una serie di strumentazioni, ma soprattutto una profonda conoscenza meccanica ed elettronica. Di solito il lavoro viene fatto 'in coppia': un motorista esperto e un elettronico. Questo perchè oggi con il numero sempre più elevato di sensori e di gestioni elettroniche ogni parametro modificato influisce positivamente o negativamente sul funzionamento di numerosi altri parametri. Il 90 per cento dei 'preparatori

Fonte: Tuning Dino - Elaborazione centraline, Via S. Allende, 25, Rende (CS)
centralina.jpg
547 x 450 - 42K
Sign In or Register to comment.

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!

Categorie

I più attivi