Volkswagen immette CO2 nei climatizzatori per proteggere l’ambiente

Come ridurre le emissioni di CO2? Semplice, mettendo CO2 nel climatizzatore dell’auto! Volkswagen intende usare la CO2 come gas refrigerante per il climatizzatore delle sue prossime auto. Perché questa idea? E' sicuramente meno pericolosa del gas attualmente in uso, il R1234yf, e dai test condotti dall'Agenzia federale tedesca per l'ambiente, aiuterebbe anche a consumare meno carburante.
La CO2, nota anche come R744, produce un effetto serra significativamente inferiore rispetto ai gas convenzionalmente usati fino ad oggi, con un valore di GWP (Global Warming Potential - Potenziale di Surriscaldamento Globale) di 1 (il limite UE è fissato a 150).
I test condotti dall'Agenzia federale tedesca per l'ambiente (UBA), usando CO2 nel condizionatore delle auto, hanno evidenziato una riduzione del consumo di carburante, più sensibile a temperature esterne medio-basse (tra 20 e 28 °C) ma attraenti anche a 35 °C. L'adeguamento tecnico, secondo quanto detto dall'UBA, è costato circa 300 euro durante la sperimentazione ma lo sviluppo di questa tecnologia in serie, utile ad ottimizzare soprattutto l'autonomia dei veicoli elettrici, dovrebbe contenere i costi tra 50 e 100 euro.
climatizzatore.jpg
170 x 170 - 8K

Commenti

  • Che si provi ad usare un'ulteriore gas per refrigerare l'abitacolo delle auto, è senza dubbio positivo, il monopolio non è mai stato espressione di equità dei costi, inoltre il sistema che usa il R1234yf sembra che qualche problemino lo crei, Mercedes da sospeso per un periodo l'utilizzo di questo gas, per approfondire con sperimentazioni approfondite, in ogni caso ben venga una nuova e ulteriore possibilità.
    Grazie per l'informazione sempre attenta e puntuale!
  • Caro Autoeuropa Import, non ci sorprenderebbe se qualche casa costruttrice uscisse con un'innovazione anche in questo settore. Il periodo è giusto, la strada sicuramente in salita ma la discesa ora ben visibile!
Sign In or Register to comment.

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!

Categorie

I più attivi