Proposta UE: separare revisore e autoriparatore e revisioni più frequenti per le auto più vecchie

Il nuovo regolamento europeo sulle revisioni non è stato ancora approvato, la proposta di separare il ruolo del revisore da quello dell'autoriparatore, in Italia, troverà sicuramente fortissime opposizioni da parte delle associazioni di categoria.
Questa separazione porterebbe all’eliminazione di possibili conflitti d’interesse evitando le riparazioni non necessarie, e quindi le spese superflue per gli automobilisti, o al contrario il “lasciar passare” qualche difetto che l’automobilista non vuole riparare da parte del meccanico di fiducia.
La novità che più interessa il momento è quella delle revisioni annuali (anziché due anni) per auto con più di 160.000 km o 7 anni di vita con grande attenzione per controlli su vari dispositivi elettronici.
Tempistiche? Si ha tempo fino alla fine del secondo mese successivo alla scadenza della revisione; chi ritarda una revisione dovrà tenere sempre lo stesso termine come riferimento per quella successiva.
Quindi controlli più rigidi per il contachilometri, vista la facilità con cui è possibile cambiare le cifre sul display. Anche per questo la proposta di regolamento prevede che i risultati di ciascun controllo vengano inseriti in una banca dati consultabile da tutti gli operatori, consentendo quindi il confronto con la revisione precedente per verificare se si è "ringiovanito" il veicolo. In tutto questo aiuterà la normativa MCTCNet 2
revisione.jpg
184 x 184 - 3K

Commenti

  • la revisione della proprio auto o della proprio moto in officina o dal revisore è sempre un tema caldo...io sono rimasto scottato per la revisione perchè mi è successo che l'officina mi ha fatto pagare per cambiare dei pezzi che funzionavano...state attenti alla revisione!!!!
  • @ Marius
    E' comprensibile la tua messa in guardia...... io non faccio revisioni, mi occupo di riparazioni a tutto campo, e ti assicuro che da fastidio anche a me sapere che altri si spacciano per professionisti, ma che con il loro "modus operandi" screditano l'intera categoria, fatta in maggioranza da gente seria, onesta e meticolosa!!
  • Sempre meno occasioni per i furbi, i governi stanno facendo di tutto per evitare che i professionisti se ne approfittino e carichino agli automobilisti costi che si potrebbero benissimo evitare. La normativa MCTCNet 2 è una palese conferma. Cmq Marius non perdiamo la fiducia perchè esistono bravi ed onesti professionisti a cui affidare le nostre auto o moto!
  • Purtroppo siamo in una giungla dove vince il + forte e non chi potrebbe proporre idee per far risparmiare l'automobilista e guidare nella massima sicurezza.io non approvo che un diplomato senza nessuna esperienza nel campo della meccanica possa con un corso di 48 ore controllare la mia auto se idonea per la circolazione,mentre un esperto meccanico che solo all'avvicinarsi dell'auto senza guardarla riesce a capire il modello, e quindi difetti inerenti a km percorsi?

    io in merito proporrei di abilitare centri revisioni a gente con esperienza in campo dell'autoriparazione con un numero minimo di anni (e non la salumiere che decide di fare business con le revisioni) propongo un 'idea che non so come si potrebbe realizzare ma sicuramente non fantascienza: le nostre assicurazioni R.C.A. sono molto costose quindi in collaborazione con compagnie uno sconto sull'R.C.A. al cliente che controlla l'auto ogni 6 mesi (indifferentemente da quello che propone la legge) in modo da avere un parco macchine circolante + sicuro e quindi -incidenti pensate che basta una lampada stop che non funziona a provocare un incidente. praticamente noi meccanici abilitati alle revisioni dovremo fare da filtro macchina sicura cliente onesto= sconto assicurativo,i soldi scontati si investono sull'auto avremo meno incidenti in questo modo.
  • Certamente le nostre auto non possono e non devono essere controllate da autoriparatori senza esperienza e speriamo che la legge non agevoli questo tipo di processi. Non è giusto che grazie ad un breve corso si supponga di avere l'esperienza di anni passati sul campo! PitstopAdvisor presenterà in Autopromotec un progetto per ridurre i costi gestionali delle officine ed allo stesso tempo aumentare il parco clienti spingendo l'automobilista a controlli di sicurezza maggiori per la propria auto
  • edited aprile 2013
    @ D'Amore....
    Ottimo intervento...... e non male come idea, speriamo di essere così bravi da portarla avanti!!

    @ PitstopAdvisor
    Verrò a trovarvi allo stand...... non dimenticate di divulgarlo appena sarà possibile, quale occasione migliore per conoscere voi e le vostre iniziative!!






Sign In or Register to comment.

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!

Categorie

I più attivi