Revisione dello scooter: quando farla e costo della revisione del motorino

Anche lo scooter è soggetto alla normativa sulla revisione come anche il motorino e le auto; sotto vi dirò il costo della revisione per lo scooter e ogni quanto va fatta la revisione al vostro motorino
Revisione dei motoveicoli, ciclomotori e motocarri

Dal 2004, secondo quanto stabilito dal decreto ministeriale del 29 Novembre 2002, vengono allineate al compimento del quarto anno dall'immatricolazione del mezzo
- a cadenza biennale dopo avere effettuato la prima revisione.

Ne consegue che i veicoli da revisionare nel 2014 sono:

a) i ciclomotori, compresi i quadricicli leggeri (*) , la cui data di immatricolazione sia compresa tra il 1 Gennaio 2010 ed il 31 dicembre 2010, esclusi quelli che siano stati sottoposti a "visita e prova", per qualunque motivo, nel corso del 2013;
(*) la definizione di quadriciclo leggero è nell'art. 52 del Cds, in nota

b) i motocicli, le motocarrozzette, i motoveicoli per trasporto promiscuo, i motocarri, i mototrattori, i motoveicoli per trasporti specifici o per uso speciale , immatricolati per la prima volta tra il 1 Gennaio 2010 ed il 31 dicembre 2010, esclusi quelli che siano stati sottoposti a "visita e prova", per qualunque motivo, nel corso del 2013; gli stessi veicoli, se adibiti a servizio da piazza o noleggio con conducente, sono comunque soggetti a revisione annuale.

c) tutti i veicoli compresi nei punti a) e b) revisionati nel 2012 , esclusi quelli che siano stati sottoposti a "visita e prova", per qualunque motivo, nel corso del 2013

La revisione dei motoveicoli potrà essere effettuata presso un Ufficio provinciale della Motorizzazione o presso officine private convenzionate. La prenotazione per una data successiva alle scadenze sopra indicate autorizza la circolazione solo per il giorno in cui deve effettuarsi la revisione. Le sanzioni per omessa revisione sono le stesse, sopra indicate, previste per gli autoveicoli.

Termine di scadenza della revisione
La prima revisione va eseguita entro lo stesso mese di rilascio della carta di circolazione, mentre il rinnovo di revisione va eseguito entro il mese solare corrispondente a quello in cui fu effettuata la precedente revisione. In entrambi i casi occorre sempre tener presente se il veicolo è compreso fra quelli indicati ai punti a), b), c) d) e) oppure f), g), h).

Dove effettuare la revisione
Per effettuare la revisione periodica ci si può rivolgere al Dipartimento dei Trasporti Terrestri ("Motorizzazione") per qualsiasi tipo di veicolo, mentre per la revisione periodica dei veicoli capaci di contenere al massimo 16 persone compreso il conducente o con massa complessiva a pieno carico fino a 3,5 tonnellate, ci si può rivolgere sia al Dipartimento dei Trasporti Terrestri sia ad officine convenzionate, la cui lista è disponibile presso gli Uffici Provinciali del Dipartimento e sul sito Internet del Ministero dei Trasporti (http://www.infrastrutturetrasporti.it).

Ai fini della revisione, può essere effettuata la prenotazione, la quale se è eseguita entro il termine stabilito per la revisione stessa, consente soltanto per i veicoli soggetti a revisione annuale di circolare anche dopo la scadenza del termine e fino al giorno stabilito per la visita e prova.
Tale regola non si applica agli altri veicoli. Si consiglia pertanto di provvedere con congruo anticipo alla prenotazione della revisione, contattando anche più officine autorizzate.

Oggetto della revisione
Va ricordato ai proprietari dei veicoli di controllare con particolare attenzione, prima della revisione, le seguenti parti inerenti alla sicurezza: freni, ruote, pneumatici, sterzo, sospensioni, trasmissione, luci, segnalatore acustico, tergicristallo, telaio, cinture di sicurezza, triangolo, nonché anche il rispetto dei limiti di emissione allo scarico del motore sia per gli inquinanti che per il rumore, ecc.
Con circolare del 22 giugno 2000 la Motorizzazione ha affermato l'obbligo di installazione delle cinture di sicurezza anteriori e posteriori per tutte le autovetture immatricolate dopo il 15 giugno 1976 (se sono presenti gli attacchi, anche se ricoperti da elementi interni della carrozzeria).

Sanzioni
L'omessa revisione implica la sanzione amministrativa di € 131,20 nonché il ritiro della carta di circolazione che implica il divieto di circolare eccetto che, logicamente, per recarsi alla revisione (art. 80 del codice della strada). Se la violazione è rilevata in autostrada, è possibile procedere al fermo amministrativo, che implica l’immediato trasferimento del veicolo in un luogo di custodia, determinato dagli agenti verbalizzanti.
Ricordatevi quindi di effettuare sempre la revisione del vostro scooter o motorino che sia per non incorrere in spiacevoli sanzioni e dover restare a piedi

Commenti

Sign In or Register to comment.

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!

Categorie

I più attivi