Omologare lo scarico non omologato della moto o dello scooter

Oggi vi parlerò di come omologare lo scarico non omologato della vostra moto o del vostro scooter; tutti i motociclisti cercano di omologare in casa la marmitta che hanno montato per elaborare la moto...ma sapete cosa succede se vi becca la polizia?Eccole:
Chiunque circola con un veicolo al quale siano state apportate modifiche alle caratteristiche indicate nel certificato di omologazione o di approvazione e nella carta di circolazione, oppure con il telaio modificato e che non risulti abbia sostenuto, con esito favorevole, le prescritte visita e prova, ovvero circola con un veicolo al quale sia stato sostituito il telaio in tutto o in parte e che non risulti abbia sostenuto con esito favorevole le prescritte visita e prova, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 357 a euro 1.433. “
Le violazioni suddette importano la sanzione amministrativa accessoria del ritiro della carta di circolazione, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI”.
I piloti che montano uno scarico non omologato possono stare tranquilli perché il loro comportamento è disciplinato dall’Articolo 72 e nel migliore dei casi si risolve con una multa di 71 euro e l’aggiunta di 35 euro se le emissioni acustiche dello scarico sono superiori ai livelli sonori ammessi.

Molti motociclisti potrebbero pensare “se la multa è solo di 71 euro, vale la pena rischiare…”. Il problema non è solo la violazione del Codice della Strada ma anche la sicurezza: la vostra assicurazione, in caso di sinistro, non coprirà alcun danno perché al momento della stipula della polizza, avete assicurato un mezzo con scarico omologato e qualsiasi modifica priva di omologazione può rendere nulla la vostra polizza. Insomma, in caso di incidente, anche se avete ragione perché qualcuno vi ha tagliato la strada o vi ha tamponato… le assicurazioni potrebbero accollarvi tutta la responsabilità dell’accaduto!
Nei forum si legge che chi vuole omologare uno scarico non omologato può consultare un perito e chiedere una certificazione di “sicurezza“, ma la verità è che solo una prova con test presso la Motorizzazione Civile può dichiarare valido alla circolazione uno scarico. In alternativa, l’omologazione dovrà essere condotta dalla casa produttrice del veicolo o dello scarico.
Quindi vi consiglio di girare sempre con uno scarico omologato onde evitare spiacevoli inconvenienti per voi e per la vostra moto
Sign In or Register to comment.

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!

Categorie

I piĂą attivi