Montare su una moto o uno scooter una presa accendisigari

Sapete che si può montare sulla moto o sullo scooter una presa accendisigari? Non è una bufala si può montare una presa accendisigari anche su una moto oltre che su un auto...cercherò di spiegarvi come fare ma vi anticipo che questo lavoro è da fare solo se si è veramente esperti del fai da te altrimenti conviene andare in officina senza indugi
La prima cosa da fare è il collegamento elettrico dei due fili alla presa.
Con un saldatore di potenza media, alderemo il filo rosso al connettore centrale della presa, e quello nero ad uno dei due connettori laterali.
Dopo aver saldato i fili, è buona norma fare un nodo abbastanza largo con i fili stessi in modo che questo, non riucendo a passare nel foro di passaggio dei fili, funga da protezione affinchè gli inevitabili strappi che verranno fatti tirando i fili arrivino a tirare la parte saldata che è sempre la parte più delicata e soggetta a rotture.
Poi con il nastro iolante cercheremo di isolare le parti coperte dei fili per evitare posibili cortocircuiti se uno dei due fili dovesse staccarsi.
Un'altra accortezza è quella di mettere un filo di siggillante siliconico dentro il foro di pasaggio dei fili in modo da evitare che possa entrarvi dell'acqua.
Una volta saldati, isolati, annodati, bloccati e sigillati i fili alla presa dell'accendisigari, possiamo accedere al vano batteria della nostra moto (nella mia è sufficiente togliere la sella e smontare la fiancatina sinistra) ed effettuare i collegamenti elettrici.
I collegamenti vengono fatti principalmente utilizzando i faston isolati con apposite guaine in plastica, che possono esere trovati nei negozi di materiale elettronico, elettrico o anche preso gli autoricambi.
Mentre il negativo (il filo nero) dovrĂ  essere collegato al polo negativo della batteria, il positivo (il filo rosso) verrĂ  invece collegato tramite il fusibile (con il suo portafusibile) all'entrata (o anche all'uscita) di uno dei fusibili principali collegati alla batteria, se si collega all'uscita, scegliamo quella relativa al fusibile di maggior potenza.
E' fondamentale l'utilizzo di un fusibile nel circuito, non collegate mai un apparecchio elettrico o una presa direttamente alla batteria, in caso di cortocircuiti il passaggio di corrente sarebbe talmente elevato da sviluppare in poco tempo una grande quantitĂ  di calore che potrebbe provocare ustioni e incendi.
A questo punto fisseremo il portafusibile ad una parte fissa del telaio con del nastro isolante o altro.
Inseriamo quindi un fusibile di media potenza (6 o 8 Ampere saranno sufficienti) nel portafusibile ed il tappo di sughero all'interno della presa come protezione per evitare che vi possano entrare acqua o altro che possa generare un corto-circuito.
E lo spinotto "maschio" per la presa dell'accendisigari a cosa ci serve?
Beh, la batteria della motocicletta, essendo piuttosto piccola, è soggetta a scaricarsi soprattutto con il freddo e con i lunghi periodi di inattività invernale.
Per caricarla ho un piccolo caricabatterie molto comodo, ma per attaccare i morsetti di cui è dotato ero costretto ogni volta a smontare la batteria per evitare che questi (i morsetti) potessero inavvertitamente toccare la parte metallica del telaio generando un corto-circuito.
Collegando lo spinotto con dei faston ho lasciato la posibilità di rimettere i suoi morsetti, ma con lo spinotto maschio per la presa dell'accendisigari il collegamento quando la batteria ha bisogno di una ricarica, è comodo ed immediato.
Prestate molta attenzione alla sicurezza dell'operazione
Sign In or Register to comment.

Benvenuto!

Sembra tu sia nuovo qui. Se vuoi partecipare, clicca uno dei seguenti pulsanti!

Categorie

I piĂą attivi