Archivi autore: admin

Immatricolazioni auto Novembre 2019: dati e classifica dei modelli più venduti in Italia

Scopri su PitstopAdvisor quali sono i dati relativi alle immatricolazioni auto Novembre 2019 e guarda la classifica delle auto più vendute in Italia durante l’undicesimo mese dell’anno.

Crescono del + 2,17% le immatricolazioni auto Novembre 2019 con 150.587 macchine targate contro le 147.386 rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Fra i marchi che hanno ottenuto i risultati migliori ci sono Smart, con un + 238,10%, e Ford, con un + 8,21%. Ma scopriamo subito su PitstopAdvisor la classifica delle auto più vendute in Italia a Novembre 2019… << CONTINUA A LEGGERE >>

Nuova Mustang 5.0 V8 GT: ecco la prova su strada di Tommaso – Test Drive

Tester per un giorno a bordo della nuova Mustang 5.0 V8 GT è Tommaso Maggiolini, che si cala nei panni di giornalista automotive e analizza pregi e difetti della nuova Ford Mustang.

La Ford Mustang rappresenta una vera e propria icona americana. Presentata per la prima volta nel 1964, è giunta nel 2015 alla sesta generazione, che presenta importanti cambiamenti rispetto a 4 anni fa. 

Nella sua prestigiosa storia, la Mustang è stata prodotta in più di 10 milioni di unità: è la vettura sportiva più venduta negli Stati Uniti, ma in passato, per tre anni consecutivi, è stata addirittura la vettura sportiva più venduta al mondo.

È la sportiva ideale per chi ama farsi notare: muscolosa e aggressiva, anche grazie ai cerchi in lega da 19”. La sagoma è imponente per gli standard europei, ma negli USA è definita “Pony car”, termine coniato per le vetture potenti ma di dimensioni compatte, nonostante i quasi 4,8 m di lunghezza e la larghezza di poco più di 2… << CONTINUA A LEGGERE >>

Auto dell’Anno 2020: quali sono i sette modelli in finale?

Quali sono le sette auto finaliste di Car of The Year 2020? Scopri su PitstopAdvisor quali sono i modelli candidati al premio Auto dell’Anno 2020.

Quali sono i modelli candidati al premio Auto dell’Anno 2020? Delle 35 auto selezionate inizialmente sono rimaste in gara solo 7 finaliste del concorso “Car of the Year 2020”. Per poter vincere il premio i modelli partecipanti devono essere frutto di un nuovo progetto (e non di un aggiornamento) e devono essere venduti in almeno cinque Paesi europei al momento della nomina. Scopriamo quindi subito su PitstopAdvisor quali sono i 7 modelli in finale… << CONTINUA A LEGGERE >>

Auto dell’Anno 2020: quali sono i  sette modelli in finale?

Black Friday 2019: 5 accessori auto da comprare

Quali accessori per auto comprare durante il Black Friday 2019? Il Black Friday 2019 in Italia va dal 22 al 29 novembre e anticipa il Cyber Monday che sarà lunedì 2 dicembre. Durante questo periodo gli automobilisti potranno approfittare di particolari sconti e offerte per farsi un regalo o per portarsi avanti con i regali di Natale. Vediamo quindi su PitstopAdvisor alcuni consigli per approfittare al meglio del Black Friday 2019… << CONTINUA A LEGGERE >>

Black Friday 2019 accessori per auto

Dispositivo Anti Abbandono per seggiolino auto: obbligo, tipologie, informazioni e sanzioni

Dal 7 Novembre 2019 è entrato in vigore l’obbligo di dotare la propria auto con un dispositivo anti abbandono.  Si tratta di un accessorio aftermarket o integrato al seggiolino che garantisce la massima sicurezza quando si viaggia con un bambino a bordo della propria auto.

Questi dispositivi sono installati solitamente sulla seduta del seggiolino o sotto la fodera e rilevano la presenza del bambino grazie ad un sensore di pressione o capacitivo che trasmette un allarme sullo smartphone del genitore.

Questi sistemi sono stati pensati per far fronte ad un tragico problema, ovvero quello di lasciare o dimenticare un bambino in macchina. L’amnesia dissociativa, momenti di stress estremo, gli impegni o l’incoscienza di alcuni genitori, hanno portato questo fenomeno a numeri allarmanti. Per questo motivo adesso il dispositivo anti abbandono in Italia è stato reso obbligatorio (e siamo il  primo Paese a mondo a farlo)… << CONTINUA A LEGGERE >>

Dispositivo Anti Abbandono per seggiolino auto

Nuova Renault Clio: ecco la prova su strada di Giovanni – Test Drive

Tester per un giorno a bordo della nuova Renault Clio è Giovanni Battista Panigada, che si cala nei panni di giornalista automotive e analizza pregi e difetti della nuova Renault Clio.

La nuova Renault Clio arriva alla sua quinta generazione e grazie all’iniziativa di Safe-Drive “Tester per un Giorno” ho potuto testare questa versione 2019.  All’apparenza non cambia molto, ma alcuni dettagli nel design la rendono decisamente più grintosa: nervature sul cofano, firma luminosa a “C”, minore peso, minor lunghezza e minor altezza da terra. Al di là di questo, gli esterni rimangono sostanzialmente invariati: formula che vince non si cambia… << CONTINUA A LEGGERE >>

Nuova Renault Clio: ecco la prova su strada di Giovanni - Test Drive

Nuova Range Rover Evoque: ecco la prova su strada di Riccardo – Test Drive

Tester per un giorno a bordo della nuova Range Rover Evoque è Riccardo Bosa, che si cala nei panni di giornalista automotive e analizza pregi e difetti della nuova D Range Rover Evoque.

La nuova Range Rover Evoque è appena arrivata e ha già iniziato a far parlare di sè. Erede di un best seller da oltre 750mila unità vendute, raccoglie una sfida difficile: vediamo come lo fa.

Da qualsiasi lato la si guardi, la Evoque è sicuramente una Ranger Rover. Sarà anche la “baby Range”, ma è comunque imponente visto la larghezza di 190 cm (quasi come una Lamborghini Huracàn) e la lunghezza di 437 cm. Parliamo quindi di una macchina larga ma con una linea filante quasi da sportiva… << CONTINUA A LEGGERE >>

Nuova Range Rover Evoque: ecco la prova su strada di Riccardo – Test Drive

Auto ecologiche: verdi, anche senza scossa – Speciale mobilità 2.0 

Auto ecologiche, “verdi”: il dado è tratto ma la confusione è sempre più grande. Sotto il titolo “Salviamo il pianeta tagliando l’effetto serra”, si compiono azioni di difficile interpretazione. Non solo dai politici che tirano l’acqua al loro mulino pur di conquistare una manciata di voci. Ma anche dagli esperti, che si issano su barricate contrapposte. A chi dice, dati alla mano, che i propulsori Diesel sono quasi dei toccasana per i nostri polmoni rispetto ai motori a benzina, c’è chi li definisce, sempre con ampia documentazione, alla stregua degli untori manzoniani che diffondevano la peste.

Il discorso ovviamente è molto più ampio. Non ci si può limitare a valutare solo le emissioni considerate nocive per l’umanità. Occorre invece esaminare anche quelle dannose per il pianeta Terra. Se il signor Bianchi decide di comprare una vettura elettrica per sostituire la sua a gasolio, deve sapere che quando esce dal concessionario l’auto nuova che fa “zzzzz” ha già prodotto un’enorme quantità di CO2 per la fabbricazione delle batterie. A complicare le statistiche viene poi il capitolo “che tipo di energia utilizzerà per fare il pieno di Watt”. Se è prodotta con combustibili fossili come il carbone o gli oli pesanti ogni km percorso non sarà a emissioni zero ma gravato dalla CO2 creata a monte, nella fase di produzione dell’energia.

Per dirla chiara chiara un’auto elettrica solo in pochi paesi al mondo emette livelli di CO2 inferiori a quelli dei veicoli spinti dai motori a scoppio.

In Islanda, Norvegia, Brasile, Francia, dove l’energia è geotermica, idroelettrica, nucleare, il livello di CO2 resta compreso tra 70 e 93 grammi al chilometro. Dalle altre parti nisba… il confronto è pari se non addirittura perdente. In Canada si sale a 115, in Spagna e Russia a 155, in Germania a 179, in Cina a 258. L’Italia in questa classifica si colloca in una zona intermedia. Intorno ai 170 grammi di CO2 per km. Chi volesse saperne di più può consultare il “Journal of Industrial Ecology”, dal quale sono stati tratti i numeri qui pubblicati.  

Ma anche nella produzione del particolato (PM 2,5), secondo le analisi dell’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, le sorprese non mancano. A inquinare di più con le polveri sottili sono il riscaldamento delle nostre case con il 38%, l’allevamento intensivo di animali con il 15,1, l’industria con l’11,1 e al quarto posto i veicoli con il 9,2%. E quando si parla di veicoli si intendono tutti i mezzi, dai bus ai tir alle auto ai veicoli commerciali, anche quelli costruiti una ventina di anni or sono senza filtri, sonde Lambda, catalizzatori.

Questa lunga premessa per dimostrare che gli scheletri ambientali si trovano negli armadi di tutti e che ancora per quattro o cinque lustri la convivenza tra motori a combustione, ibridi, elettrici, a idrogeno sarà indispensabile, anche se i politici faranno di tutto per complicare “la mobilità individuale”.

Nasce con questo spirito lo speciale di Safe-Drive dedicato alla mobilità 2.0 vista attraverso vetture che hanno ancora assicurato almeno un decennio di vita e che utilizzano tecnologie classiche ma all’avanguardia, capaci di diminuire l’impatto ambientale portandosi in soglia 90-100 grammi di CO2 al km, ma anche molto meno.

Naturalmente per appuntarsi sul petto la medaglia di automobilista green occorre conoscere e seguire i consigli dei partner tecnici di Safe-Drive.

Per esempio Bosch attraverso le sue info di navigazione può consigliare percorsi alternativi se ci sono intoppi o traffico intenso facendo risparmiare carburante. 

Le officine ‘a posto’ di Rhiag ricordano che una manutenzione programmata puntuale con la sostituzione dell’olio lubrificante e dei filtri assicura un corretto funzionamento del motore con un taglio dei consumi anche dell’1%.

Importanti anche le gomme non solo per la sicurezza ma anche per limitare le emissioni nocive come ricorda Hankook che suggerisce di verificare spesso la pressione. Pneumatici gonfiati secondo i dati di omologazione scorrono meglio, sono meno rumorosi, fanno risparmiare anche lo 0,8% di carburante, producono meno polveri sottili.

Un assist per Alcar, che ha fornito cerchi personalizzati per i modelli del servizio, ruote in lega leggera non solo eleganti ma anche sicure e meno pesanti di quelle in acciaio e si sa che meno peso equivale a minor consumo. Meditate gente, meditate…  << CONTINUA A LEGGERE >>

DS3 Crossback: ecco la prova su strada di Luca – Test Drive

Tester per un giorno a bordo della nuova DS3 Crossback è Luca Locatelli, che si cala nei panni di giornalista automotive e analizza pregi e difetti della nuova DS3 Crossback. 

Obiettivo dichiarato dalla Casa francese? Competere ad armi pari coi premium-crossover di categoria. Design ed eleganza, queste le prime impressioni che si colgono di fronte alla nuova DS3 Crossback. Compatta come stile e nelle dimensioni, infatti, a fronte di un passo di 256 cm, troviamo una lunghezza complessiva di 412 cm, misure che ci aiuteranno a trovare parcheggio anche nelle città più affollate… << CONTINUA A LEGGERE >>

DS3 Crossback: ecco la prova su strada di Luca – Test Drive

Giacca da moto: quale scegliere? Consigli per l’acquisto

Quale giacca da moto scegliere? Quali aspetti è importante considerare prima di comprare un giubbotto da moto? Scopri alcuni utili consigli su PitstopAdvisor

Quale giacca da moto comprare? I centauri più esperti sanno bene come scegliere la giacca migliore per le proprie esigenze, ma per chi si appresta ad acquistare la prima moto, la scelta dell’abbigliamento da abbinare non è affatto facile. La sicurezza sulle due ruote è importantissima ed avere una giacca sicura e resistente è fondamentale per evitare di subire danni scivolando o cadendo. 

Scegliere la giacca da moto giusta non è facile e spesso ci si lascia ingannare dal design e dai colori senza soffermarsi sugli aspetti più importanti di questo capo di abbigliamento… << CONTINUA A LEGGERE >>

Giacca da moto: quale scegliere? Consigli per l’acquisto