Auto sportive da comprare: pura adrenalina e massima sicurezza

Auto sportive da acquistare: FORD FOCUS ST

“Nessuna opera che non abbia un carattere aggressivo può essere un capolavoro”, affermava Filippo Tommaso Marinetti. Ma se la passione del poeta futurista per le automobili si interruppe in un fossato pieno d’acqua dopo appena un km con la sua nuovissima Isotta Fraschini completamente distrutta, non si può dire che l’intuizione fosse sbagliata. Ne sanno qualcosa quelli di Ford che, con la nuova Focus ST, immettono sul mercato una vettura in grado di competere con le piĂą cattive del segmento C (come gli esperti classificano le auto medie) grazie a un mix di incontestabile sportivitĂ  e migliorie tecniche.

Ford Focus ST 2020, da buona sportiva appunto, si presenta ribassata di 1 cm, cerchi da 18 pollici o da 19 a pagamento, pneumatici sport e uno spoiler posteriore piĂą accentuato che implementa il carico aerodinamico, disegna un profilo molto piĂą accattivante e fa da controcanto ai due scarichi posizionati alle estremitĂ  del paraurti.

Tra le novitĂ  scintilla un sistema di griglie anteriori maggiorato sia sulle fasce superiori che su quelle anteriori, certamente dal forte impatto visivo e indispensabile a far respirare un motore che a questo giro di boa cresce in potenza di ben 30 cv rispetto alla generazione precedente. Ford Focus ST monta infatti un 2.300 Ecoboost a benzina da 280 cv e 420 Nm di coppia in grado di garantire un’accelerazione zero-cento in 5,7 secondi. 

Per toglierci qualche sfizio l’abbiamo testata sulla pista del Cremona Circuit mettendola nelle mani esperte di un istruttore professionista. Ed è stato un mix di adrenalina, performance. Una volta passati alla modalità Track (pista), infatti, limitando l’elettronica di controllo, ci si assicura il dominio quasi totale della vettura lasciando spazio alle proprie capacità di guida. L’assetto si irrigidisce, lo sterzo si fa ancora più preciso e diretto e si disinseriscono il controllo della stabilità e della trazione.

A questo punto non resta che appesantire il piede sull’acceleratore per dare libero sfogo al rombo e al tiro del motore. Le prestazioni sono davvero elevate grazie al differenziale meccanico a controllo elettronico che, senza risultare invadente, corregge la traiettoria della vettura quando si diventa troppo esuberanti. In supporto al motore si fa apprezzare anche il cambio manuale a sei rapporti con innesti più brevi e precisi rispetto a quelli offerti dalla generazione precedente. Per portare a casa la nuova Ford Focus ST il prezzo di listino per la versione a benzina 2.3 da 280 cv è di 38.500 euro.

Giovanni Bodini 

Auto sportive da acquistare: KIA STINGER GT S 

“Buona la prima”. Se ci trovassimo su un set cinematografico verrebbe da dire questo osservando da vicino la Kia Stinger GT S. Già, perché la casa coreana passa a pieni voti il suo debutto nel segmento delle Gran Turismo con una berlina, che grazie al suo poderoso motore, è capace di emozionare anche i più scettici. Il propulsore è però soltanto una parte di un progetto ambizioso che ha voluto concentrare lo sviluppo della Stinger tra i cordoli del Nurburgring sotto l’occhio attento di un certo Albert Biermann, un tempo responsabile del reparto M di Bmw.

Auto sportive da comprare 6

Il risultato è un’auto che fa della sportività la sua arma principale senza però dimenticare comfort e dotazioni da vera berlina premium. Con la versione speciale S, prodotta in tiratura limitata per soli 20 fortunati proprietari, Kia ha deciso di alzare ancora di più l’asticella impreziosendo la Stinger con uno scarico sportivo ad hoc, cerchi in alluminio da 20 pollici e molle specifiche che ne abbassano l’assetto migliorandone la precisione e la stabilità.

Esternamente si caratterizza per il lungo cofano e le grandi prese d’aria che hanno il compito di raffreddare freni e motore.

La ricerca della perfetta aerodinamica ha portato il marchio a mettere in campo tutto il suo know how in materia. Grazie ad accorgimenti come le prese d’aria anteriori, il fondo piatto e lo spoiler posteriore, la Stinger GT S sfoggia un portentoso 0,30 di coefficiente aerodinamico. Sul Cremona Circuit, fra rettilinei, curve e cordoli, la berlina sportiva di Kia ha messo in mostra tutti i suoi muscoli. Una volta messa in moto è difficile non apprezzare il sound del motore sei cilindri biturbo capace di sprigionare 370 cv. Sul dritto la ripresa regala vere emozioni: la coppia, di oltre 500 Nm, è disponibile già a 1.300 giri al minuto e fa dimenticare che non si è a bordo di un vero e proprio peso piuma.

La posizione di guida è ovviamente sportiva. Il sedile non è di quelli estremamente duri, premia il comfort, ma al tempo stesso avvolge bene il guidatore impedendogli di muoversi troppo. Il cambio automatico a otto rapporti è tarato per offrire un mix equilibrato tra sport e comfort e garantisce cambiate rapide senza risultare mai in ritardo. Rettilineo a tutta velocitĂ , poi piede sul freno, staccata e prima curva a sinistra. L’inserimento è preciso, il volante dialoga bene con chi guida e anche quando si arriva un po’ lunghi la berlina coreana non si scompone. Il sistema di trazione integrale intelligente lavora egregiamente e la maggior parte della coppia viene distribuita dietro e dĂ  le risposte di una trazione posteriore come sulle berline cattive del passato. 

Auto sportive da comprare 7

Inoltre, per gli amanti delle partenze veloci, Kia ha deciso di dotare la Stinger del launch control. Basta tenere premuto il freno e dare un filo di gas: nessuno slittamento e uno scatto sorprendente. 

Come da tradizione, anche su Stinger, la casa coreana mette a disposizione una garanzia di sette anni o 150 mila chilometri. Che dire? Non male. Il prezzo è di 57mila euro. 

Jacopo Mattei

<< CONTINUA A LEGGERE >>