Bollo auto 2018: cosa cambia? Novità, sconti e agevolazioni

Sconto sul bollo auto 2018: chi ne può beneficiare?

Ecco chi può usufruire dello sconto sul bollo auto 2018:

  • Persone giuridiche che fruiscono dei benefici della domiciliazione bancaria tramite pagamenti in modalità cumulativa;
  • Privati acquirenti di veicoli nuovi tramite finanziamento, il cui pagamento viene anticipato dalla banca e recuperato nella rata;
  • Società che svolgono attività di locazione finanziaria;
  • Società che svolgono attività di noleggio senza conducente (NCC).

N.B.: Nel caso in cui un’auto o una moto sia intestata a più soggetti, la richiesta di domiciliazione dovrà essere inoltrata dal soggetto il cui nominativo è riportato per primo sulla carta di circolazione.

Ecco invece chi NON può beneficiare dello sconto del 10% su bollo Auto 2018:

Sono esclusi dallo sconto del 10% gli intestatari di automezzi ultratrentennali e ultraventennali iscritti ai registri storici (in quanto hanno già delle agevolazioni a parte e/o a seconda della Regione possono esserne esenti).

Sono esclusi dallo sconto anche i proprietari di rimorchi con massa inferiore alle 3,5 tonnellate, in quanto è decorso l’obbligo di iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico, requisito essenziale per il calcolo dell’imposta.

Leggi anche: Esenzione bollo auto: chi è esente dal pagamento del bollo?

Come fare la richiesta di domiciliazione bancaria per pagare il bollo auto 2018?

Va specificato che per ora, questo servizio sarà attivo solo per la Regione Lombardia (ma speriamo che a breve arrivi in tutte le Regioni italiane 😀 ).

Per fare la richiesta di domiciliazione bancaria ogni proprietario dovrà far pervenire il mandato di autorizzazione all’addebito diretto sul conto corrente (il cosiddetto SEPA Direct Debit Core) attraverso la registrazione all’area personale del portale dei Tributi.

Il modulo si può compilare online, poi va stampato e spedito tramite posta ordinaria entro il giorno 15 del mese precedente a quello in cui deve essere effettuato il pagamento a: Casella Postale n. 11048-20159 MILANO.

Se il mandato viene presentato in ritardo, la domiciliazione e i relativi vantaggi produrranno effetti dal periodo di imposta successivo.

Se un soggetto è proprietario di più veicoli, dovrà compilare un numero di mandati SEPA pari a quello degli automezzi in suo possesso.

Per ciascun addebito è prevista una commissione di 1 €.

Se poi vorrai revocare il RID, potrai farlo in qualsiasi momento rivolgendoti al tuo istituto di credito o collegandoti online tramite l’area personale del Portale Tributi.

Ricordiamo infine che tali agevolazioni entreranno in vigore dal 1° gennaio 2018.

Che ne pensi di questa bella novità sul bollo auto 2018? Con l’addebito sul conto corrente non solo risparmi il 10% sull’importo dovuto, ma puoi (quasi) dimenticarti della data entro cui pagarlo! Comodo vero? 😉

Può interessarti anche: Non pagare il bollo auto: ecco cosa succede, i rischi e le conseguenze