Archivi categoria: Documenti Auto

Recupero punti patente: cosa fare, procedure, corsi e costi

Cosa fare e quali corsi bisogna affrontare per recuperare i punti sulla patente di guida? Scopri su PitstopAdvisor i costi e le procedure per il recupero punti patente.

Quali sono le procedure per il recupero punti patente? Dal 2003 è entrata in vigore la patente a punti, ossia un documento di guida dotato di 20 punti. Se si commettono infrazioni questi vengono scalati a seconda della gravità della violazione. La perdita di punti patente va da un minimo di 1 punto fino a un massimo di 10 punti patente per le violazioni più severe. In caso di più violazioni contemporanee le autorità non possono decurtare più di 15 punti patente.

Il saldo punti minimo è di zero punti, mentre come massimo si possono avere 30 punti patente. Qualora avessi preso parecchi punti sulla patente puoi comunque recuperali attraverso delle procedure e dei corsi mirati. Scopriamo quindi subito qui, su PitstopAdvisor, quali sono i costi e le procedure per il recupero punti patente… << CONTINUA A LEGGERE >>

Recupero punti patente: cosa fare, procedure, corsi e costi

Patente rovinata, deteriorata, rotta o illeggibile? Cosa fare e costi di un duplicato

Patente rovinata, deteriorata, rotta o illeggibile? Scopri su PitstopAdvisor cosa fare, le procedure da seguire e quali sono i costi per ottenere un duplicato.

Patente rovinata, deteriorata, rotta, consumata o illeggibile? Sia che si tratti della vecchia patente cartacea che di quella nuova plastificata, in entrambi i casi questo documento di guida ha lo scopo fondamentale di identificare e certificare il conducente. Può capitare però in alcuni casi che la patente si deteriori o risulti illeggibile. I caratteri possono essere scoloriti o cancellati oppure la foto non è più adeguata. In questi casi, se dovesse esserci un controllo da parte degli organi di Polizia, questi potrebbero procedere al ritiro della patente stessa. Scopriamo quindi subito qui, su PitstopAdvisor, cosa fare e quanto costa ottenere un duplicato del documento di guida… << CONTINUA A LEGGERE >>

Patente rovinata, deteriorata, rotta o illeggibile? Cosa fare e costi di un duplicato

Documento unico di proprietà: cos’è, a cosa serve e quali sono le novità?

Cos’è il documento unico di proprietà e come funziona? In arrivo dal 2018, questo documento fungerà sia da certificato di proprietà che da carta di circolazione. Scopri tutti i dettagli su PitstopAdvisor.

E’ ufficiale: a partire dal 1° Luglio 2018 entrerà in vigore il documento unico di proprietà. Su proposta della Ministra per la semplificazione e la pubblica amministrazione Maria Anna Madia, il Consiglio dei ministri ha approvato in esame definitivo, il decreto legislativo di attuazione della Legge di riforma della pubblica amministrazione che istituisce il documento unico di circolazione degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi dal 1° Luglio 2018. Questo è quanto si legge in un comunicato del Cdm.

Ma cos’è il documento unico di proprietà e a cosa serve? Si tratta di un solo documento che accorpa (e sostituisce) il libretto di circolazione e il certificato di proprietà. Scopri su PitstopAdvisor cosa cambia dal 1° Luglio 2018… << CONTINUA A LEGGERE >>

Documento unico di proprietà: cos’è, a cosa serve e quali sono le novità?

Revisione auto 2017: novitĂ , scadenza, costo, dove, quando e ogni quanto farla

Quanto costa la revisione auto 2017? Quali sono le novità di quest’anno e cosa cambia dall’anno scorso? Scopri tutte le informazioni utili per la revisione di auto e moto su PitstopAdvisor.

VIDEO DEL GIORNO

Revisione auto 2017: quali sono le novità? Innanzitutto la revisione è un controllo obbligatorio, previsto dalla Motorizzazione Civile, attraverso il quale si verifica e si certifica che il veicolo sia idoneo a circolare in tutta sicurezza e che i parametri di rumorosità e consumo siano all’interno dei limiti di Legge.

Dal 1° Gennaio 2017 è entrata in vigore una nuova direttiva europea che richiede una maggiore preparazione, conoscenza e formazione per il personale addetto alla revisione auto… << CONTINUA A LEGGERE >>

Revisione auto 2017: novitĂ , scadenza, costo, quando e ogni quanto farla

Tagliando assicurativo elettronico: metĂ  degli italiani non sa cosa fare in caso di controllo

Da quando è stato abolito l’obbligo di esporre il contrassegno giallo sul parabrezza dell’auto, con l'introduzione del tagliando assicurativo elettronico metà degli italiani non sa cosa fare in caso di controllo da parte delle autorità. Scoprine di più su PitstopAdvisor.

Da oltre un anno è entrato in vigore il provvedimento che ha abolito l’obbligo di esporre il tagliando assicurativo sul parabrezza dell’auto, ma quasi il 50% degli italiani non ha ancora le idee chiare su quello che comporta. A rilevarlo è l’indagine “Stetoscopio – Il sentire degli assicurati italiani”, promossa dalla compagnia assicurativa online QUIXA e condotta dall’istituto di ricerca MPS Evolving Marketing Research. Ben il 47% degli intervistati infatti, oggi come oggi, non sa dire quali documenti sia necessario mostrare in caso di controlli… << CONTINUA A LEGGERE >>

Tagliando assicurativo elettronico: metĂ  degli italiani non sa cosa fare in caso di controllo

Patente ritirata: cosa fare per riaverla?

Ti hanno ritirato la patente per alcol, droga o perché era scaduta? Scopri in questa guida di PitstopAdvisor cosa fare per riavere la patente ritirata.

Patente ritirata per alcol, droga o perché era scaduta? Oggi PitstopAdvisor ti dirà cosa fare per riavere la patente ritirata. Una patente può essere sospesa, revocata oppure ritirata. Esistono alcuni casi specifici in cui scatta direttamente il ritiro patente, in particolare: se si guida con una patente scaduta, se si circola con una patente extra UE, se si guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droga, ma non solo. Leggi questo articolo per approfondire: Ritiro patente: in quali casi e quando può essere ritirata la patente. Indipendentemente dalla causa, vediamo quindi come riottenere una patente ritirata… << CONTINUA A LEGGERE >>

Patente ritirata - cosa fare per riaverla?

Calcolo bollo auto online: come si fa a calcolare il costo del bollo?

Quanto costa il bollo auto? Come si fa a calcolare qual è il prezzo del bollo? Su PitstopAdvisor il calcolo bollo auto online.

Quanto costa il bollo auto? Per il calcolo bollo auto online, leggi i consigli di PitstopAdvisor! Il bollo innanzitutto è una tassa di proprietĂ  obbligatoria. Questa è applicabile a tutti coloro che possiedono un veicolo a motore (auto, moto, camper etc.) e va versata ogni anno alla tua regione di residenza. Il calcolo bollo auto, e il relativo costo, varia a seconda della regione di residenza, della potenza del veicolo e della classe di inquinamento (Euro 0-1-2-3-4-5-6). Controlla la tua categoria: Categoria auto Euro 1,2, 3, 4, 5 e 6: qual è la mia classe di inquinamento?. Ecco quindi come capire quanto ti costa il bollo auto… << CONTINUA A LEGGERE >>

Calcolo bollo auto online - come si fa a calcolare il costo del bollo?

Libretto di circolazione: come leggere la carta di circolazione auto?

Come si legge il libretto di circolazione auto? Su PitstopAdvisor la legenda per leggere facilmente i codici e le sigle della carta di circolazione.

Il libretto di circolazione auto è un documento indispensabile affinché un veicolo possa circolare. La carta di circolazione (o libretto) si compone di quattro pagine, fronte-retro, contenenti tutte le informazioni tecniche inerenti ad un veicolo e i dati relativi al suo proprietario. Alcuni di questi dati importanti riguardano ad esempio le emissioni inquinanti, gli pneumatici omologati, i consumi dichiarati, le dimensioni e una serie di codici identificativi delle specifiche del mezzo. Vista la grande quantità di informazioni, non è sempre facile leggere il libretto di circolazione. Oggi PitstopAdvisor ti spiega dunque come si legge la carta di circolazione auto.

Libretto di circolazione - come leggere la carta di circolazione auto?

Come si legge la carta di circolazione?

Prima di scendere nel dettaglio della legenda è opportuno ricordare che fino a poco tempo fa avevamo due documenti in auto: il certificato di proprietà e la carta di circolazione. Dal 5 ottobre 2015 il certificato di proprietà dei veicoli è diventato digitale e chiunque acquisti un veicolo, nuovo o usato, non riceve più il consueto documento cartaceo, ma una ricevuta dell’avvenuta registrazione che contiene anche il codice di accesso personalizzato con il quale visualizzare online il certificato di proprietà.

Ricordiamo invece che per poter circolare è necessario tenere sempre in auto il cartaceo del libretto di circolazione.

Libretto di circolazione - come leggere la carta di circolazione auto? 3

Come leggere il libretto di circolazione?

Ecco la legenda voce per voce.

A – spazio nel quale è riportata la targa dell’auto

B – Data di prima immatricolazione

C – E’ la sezione riservata ai dati del proprietario o intestatario. Nel dettaglio

C.1.1 e C.1.2 – Dati intestatario della carta di circolazione

C.2.1 e C.2.2 – Nome e cognome del proprietario del veicolo

C.3 – Persona fisica che può disporre del mezzo a titolo diverso da quello del proprietario; C.3.1 – C.3.2 – C.3.3: nome, cognome e indirizzo del soggetto

C.5, C.6 e C.7 – Voci presenti qualora intervenga un cambiamento dei dati nominativi (C.1) ma non venga rilasciato un nuovo libretto

La seconda pagina è dedicata all’elencazione delle caratteristiche del veicolo.

D.1 – Marca

D.2 – Modello

D.3 – Denominazione commerciale

E – Numero d’identitĂ  del veicolo, numero del telaio

F – Massa

F.1 – Massa massima ammissibile

F.2 – Massa massima ammissibile del veicolo in servizio nello Stato di immatricolazione

F.3 – Massa massima ammessa dell’insieme

G – Massa del veicolo in servizio carrozzato in kg

H – Durata di validitĂ , se non illimitata

I – Data di immatricolazione alla quale si riferisce il libretto

J – Categoria del veicolo; J.1 – Destinazione e uso; J.2 – Carrozzeria

K – Numero di omologazione

L – Numero di assi

M – Interasse

N – Per i mezzi di massa superiore alle 3.5 tonnellate, indica la ripartizione della massa sui vari assi, identificati come N.1; N.2; N.3; N.4; N.5

O – Massa massima ammessa a rimorchio

O.1 – Rimorchio frenato (espresso in kg); O.2 – Rimorchio non frenato (espresso in kg)

P – Motore

P.1 – cilindrata; P.2 – potenza massima in kilowatt; P.3 – Alimentazione (benzina/diesel);

P.4 – regime in giri/min al quale è espressa la potenza; P.5 – Numero di serie del motore

Q – rapporto peso/potenza per i motocicli, riportato in Kw/kg

R – Colore

S – Posti a sedere; S.1 numero di posti a sedere compreso il conducente;

S.2 – Numero di posti in piedi eventualmente disponibili

T – VelocitĂ  massima

U – RumorositĂ  in decibel; U.1 – a veicolo fermo; U.2 – regime motore in giri/min

U.3 – a veicolo in marcia

V – Emissioni inquinanti (espresse in g/km o g/kwh)

V.1 – Co2; V.2- HC; V.3 NOx; V.4 – HC + NOx; V.5 particolato (per motori diesel); V.6 – regime di assorbimento per motori diesel (in giri/min); V.7 – Co2; V.8 – consumo dichiarato in litri/100 km nel ciclo misto; V.9 – Classe di emissioni inquinanti (Euro 1, Euro 2, Euro 6, ecc…) espressa con dicitura della versione applicabile

W – Capacità del serbatoio

Street Control: cos’è e come funziona?

Cos’è lo Street Control e come funziona? Quando si può fare ricorso? Su PitstopAdvisor vi spieghiamo in cosa consiste questo nuovo strumento di controllo, a cosa serve e quando vi può arrivare una multa.

Cos’è e come funziona lo Street Control? Lo Street Control è un nuovo strumento al servizio della Polizia Municipale per il controllo della viabilità e della sicurezza stradale. Nello specifico si tratta di alcune telecamere, installate sulle auto delle pattuglie, in grado di indentificare le targhe delle auto che infrangono il Codice Stradale e in caso di contravvenzione, le multe arrivano direttamente a casa. Scoprite tutti i dettagli su PitstopAdvisor<< CONTINUA A LEGGERE >>

Street Control - cos’è e come funziona?

Ritiro patente: in quali casi e quando può essere ritirata la patente?

In quali casi c’è il ritiro patente? Quando può essere ritirata la patente di guida e per quali motivi? Ecco tutti i casi e i consigli di PitstopAdvisor.

Quando e perchĂ© può essere ritirata la patente? In quali casi c’è il ritiro della patente di guida? Sappiamo bene quanto sia importante attenersi al Codice della Strada, non solo per non incorrere in severe sanzioni, ma anche per la nostra sicurezza. A tal proposito, esistono dei casi particolari per i quali è previsto il ritiro della patente, vediamo quindi in questa guida di PitstopAdvisor quando può essere ritirata la patente… << CONTINUA A LEGGERE >>

Ritiro patente - in quali casi e quando può essere ritirata la patente.