Archivi categoria: Meccanico Auto

Freno a mano rotto o bloccato? Ecco come regolarlo e ripararlo

Come riparare il freno a mano rotto o bloccato? Ecco tutti i consigli di PitstopAdvisor per regolarlo e ripararlo.

Come riparare il freno a mano rotto o bloccato? Ecco come regolare e riparare il freno a mano dell’auto. Il freno a mano, o freno di stazionamento, è un componente molto importante della macchina, fondamentale soprattutto quando ci trova in una zona non pianeggiante, quando ad esempio si parcheggia in salita o in discesa. Vediamo dunque come regolare e riparare un freno a mano che non funziona più.

Freno a mano rotto o bloccato? Ecco come regolarlo e ripararlo

N.B.: i seguenti consigli non sono validi per i freni a mano di ultima generazione, ovvero quelli elettrici.

Per prima cosa, prima di procedere con la riparazione del freno a mano, bisogna capire qual è il problema: se il freno a mano è proprio rotto ed è quindi il caso di sostituirlo o se è semplicemente usurato.

Di solito si rompe il cavo del freno a mano a causa dell’usura, pertanto è necessario sostituire questo cavo.

In ogni caso, per regolare, riparare o sostituire il freno a mano rotto o bloccato, il nostro consiglio è sempre quello di rivolgervi ad un’officina specializzata, la quale saprĂ  consigliarvi la migliore soluzione da adottare. Se cercate un’officina, la trovate su PitstopAdvisor.com ;)!

Nel caso in cui abbiate un’ottima manualità e siate sufficientemente esperti, potete provare a cambiare il cavo del freno a mano della vostra auto da soli, ecco come fare:

  1. Comprate un nuovo cavo del freno a mano. Lo potete trovare presso un negozio specializzato in ricambi o sul web.
  2. Rimuovete il cavo rotto con molta delicatezza.
  3. Seguendo la procedura inversa rispetto a quella di rimozione del vecchio cavo, installate in nuovo cavo con attenzione.
  4. Fatto ciò, accendete l’auto e fate qualche giro di prova cercando di andare in una strada che sia leggermente in pendenza.
  5. Fermatevi, spegnete il motore e tirate il freno a mano per vedere cosa succede. Se l’auto rimane ferma e stabile vuol dire che avete lavorato bene ed è tutto in ordine ma, in caso contrario, bisogna smontare nuovamente il cavo e rimontarlo nella maniera corretta.
  6. Una volta che avrete sistemato il cavo, continuate a fare dei test per vedere come si comporta l’auto sia in salita o in discesa.

Se vi rendete conto di non essere riusciti a riparare il freno a mano rotto della vostra auto, è indispensabile che vi rivolgiate ad un meccanico esperto.

Richiedi il miglior preventivo in officina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

Cambiare serratura auto: come sostituire la serratura della macchina?

Serratura dell’auto difettosa o rotta? PitstopAdvisor ti spiega come fare per cambiare la serratura auto con facilità.

La serratura della tua auto è difettosa? Ecco come cambiare serratura auto. Fra i tanti inconvenienti che possono capitare, la serratura dell’auto, col tempo può rompersi o può avere qualche difetto tale da non consentire più alla chiave di girare nel modo corretto. Qualora vi fosse un difetto di questo tipo è opportuno cambiare la serratura della portiera. Vediamo quindi come fare.

Cambiare serratura auto, come sostituire la serratura della macchina?

Come cambiare la serratura auto?

La soluzione ottimale per sostituire la serratura della portiera è quella di portare l’auto in un’officina specializzata (se cerchi un’officina, la trovi su PitstopAdvisor.com) ma si ha un’ottima manualità e una buona esperienza, si può anche provare a cambiare la serratura dell’auto da soli.

Il problema del cattivo funzionamento della serratura può risiedere nelle saldature ormai usurate e nel micro switch che non permette alla chiave di girare né al telecomando di far aprire lo sportello automaticamente.

Per prima cosa bisogna conoscere la struttura di una serratura che è composta da una chiusura centralizzata e da altre componenti.

Saputo questo, si devono iniziare a smontare le quattro connessioni del blocco centrale, i cilindri, la maniglia esterna, il vetro, il telaio del finestrino e il rivestimento interno della porta.

Queste operazioni, com’è facile intuire, non richiedono solo molto tempo, ma anche una grande esperienza!

Successivamente vanno rimosse anche le viti di bloccaggio ed un microinterruttore a forma di U che deve essere staccato.

Una volta smontati i vari pezzi, si deve sostituire quello mal funzionante. Questo va preso presso un negozio specializzato e lo si monta con tutta la serie di componenti che hai precedentemente smontato.

Fatto ciò, prova a chiudere lo sportello, ad inserire la chiave o a premere il pulsante del telecomando per vedere se si apre.

Se lo sportello fa lo scatto automatico, vuol dire che sei riuscito a cambiare serratura auto, in caso contrario rivolgiti alla tua officina di fiducia!

Richiedi il miglior preventivo per cambiare serratura auto:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

Balestre auto: come controllarle?

Come controllare le balestre auto? PitstopAdvisor vi spiega il giusto metodo per 
controllare le balestre della propria macchina.

Come controllare le balestre auto? Le balestre auto rischiano di usurarsi poiché gli elementi che le costituiscono sono soggetti a interazione. Le balestre auto dovrebbero dunque essere sottoposte a un controllo periodico ogni 20.000 km circa. PitstopAdvisor vi spiega quindi come fare il controllo delle balestre auto.

Balestre auto come controllarle

Attenzione: se non siete molto esperti o non avete un’ottima manualità, è altamente consigliato affidarsi ad un bravo meccanico. Se cercate un meccanico, lo trovate su PitstopAdvisor.com!

Come si fa il controllo delle balestre auto?

Per controllare le balestre auto nel modo corretto occorrono:

  • cric e cunei
  • rampe e sostegni
  • prodotto sgrassante per motore
  • spazzola vecchia di setola dura e spazzola metallica
  • stracci assorbenti e guanti
  • lubrificante siliconico e chiavi aperte e a bussola
  • martello di gomma e antiruggine
  • rivestimento sigillante per sottoscocca

Fatto ciò, ecco come controllare le balestre auto:

Innanzitutto dovete parcheggiare l’auto in piano.

L’auto dovrà avere gli pneumatici gonfi alla pressione prescritta, il peso corrispondente a quello in ordine di marcia, inoltre il serbatoio dovrà essere completamente pieno e senza passeggeri a bordo.

Poi inginocchiatevi per controllare che tra il suolo e le estremitĂ  laterali della scocca ci sia eguale distanza. Se doveste accorgervi che un lato ha un’altezza diversa rispetto all’altro, ciò sarĂ  un chiaro segnale che la balestra corrispondente è danneggiata.

Spostatevi a lato dell’automobile verificando la posizione dei biscottini, cioè se sono posti in corrispondenza dell’estremitĂ  anteriore della balestra o interposti tra l’occhio posteriore e l’attacco della scocca. I biscottini devono trovarsi sempre in posizione verticale. Se invece sono posizionati inclinati, in avanti o indietro, significa che la balestra è snervata.

Ora è necessario sollevare l’auto, togliendo prima le borchie coprimozzo e allentando i dadi o le viti di fissaggio delle ruote posteriori.

Sistemate quindi i cavalletti di sicurezza sotto la scocca e mettete i cunei alle ruote anteriori prima di provvedere a rimuovere quelle posteriori.

Dopo di che pulitele, perché possono essere arrugginite, con un prodotto sgrassante.

Controllare le balestre auto può essere parecchio complicato, pertanto suggeriamo di portare l’auto in officina per un controllo più accurato (se cercate un’officina, la trovate su PitstopAdvisor.com!).

Richiedi il miglior preventivo in officina:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

App per officine, concessionarie, recensioni: c’è l’App di PitstopAdvisor!

E’ online l’App per officine e concessionarie auto e moto, per trovare in un attimo il meccanico, il concessionario, il gommista, il carrozziere o l'elettrauto giusto da oggi c’è l’App di PitstopAdvisor.

E’ online l’App di PitstopAdvisor, l’App che con un click ti consente di trovare le migliori officine, concessionarie, carrozzerie, elettrauto, gommisti, meccanici e autoriparatori! Recensioni, preventivi, servizi, sull’App di PitstopAdvisor hai tutto sul tuo smartphone quando più ti serve! Scarica subito l’App per officine e concessionarie di PitstopAdvisor, è gratis ;)!

App per officine, concessionarie, recensioni- c'è l’App di PitstopAdvisor!

Finalmente è arrivata e da oggi ti semplifica ancor più la vita: è l’App per officine e concessionarie di PitstopAdvisor, l’App da tenere sempre a portata di mano per evitare di incappare in “fregature” se devi andare in officina o dal concessionario. Con l’App per officine e concessionarie di PitstopAdvisor, cerchi i migliori meccanici e autoriparatori più vicini a te (in tutta Italia), leggi le recensioni di chi ci è già stato, vedi gli orari, la rete di appartenenza, se è un’officina autorizzata o è una multimarca, le marche di prodotti che utilizza e chiedi un preventivo per il servizio di cui necessiti. Facile no?!

App per officine, concessionarie, recensioni- c'è l’App di PitstopAdvisor 4

Guarda anche la sezione “News”, ci sono già centinaia di articoli inerenti la manutenzione, riparazione, vendita, consigli, guide su auto e moto; sicuramente troverai un articolo che fa al caso tuo e che risponde ai tuoi dubbi e alle tue problematiche ;)!

App per officine, concessionarie, recensioni- c'è l’App di PitstopAdvisor 3

L’App per officine e concessionarie di PitstopAdvisor al momento è disponibile solo per i dispositivi Android e la puoi scaricare gratuitamente a questo link: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.pitstopadvisor&hl=it

La vita è semplice, semplificatela ancor di più: scarica subito l’App per officine e concessionarie auto e moto di PitstopAdvisor, non ne potrai più fare a meno ;)!

App per officine, concessionarie, recensioni- c'è l’App di PitstopAdvisor 2

N.B.: Se lavori presso un’officina o una concessionaria, a seguito di una vendita o di un intervento di manutenzione o riparazione, ricorda sempre ai tuoi clienti di lasciarti una recensione e dì loro di farlo ancor più comodamente con l’App di PitstopAdvisor!

Problema volante auto: come riparare lo sterzo della macchina?

Hai dei problemi al volante della macchina? Come riparare lo sterzo auto? Ecco tutti i consigli di PitstopAdvisor.

Problema volante auto? Come riparare lo sterzo della macchina? Il volante è uno dei componenti più importanti dell’auto perché è proprio tramite il volante auto che il guidatore fornisce i comandi all’albero dello sterzo, alla scatola dello sterzo e alle ruote, che seguono la direzione che gli viene data. Come tutte le parti che compongono un’auto anche il volante necessita della sua manutenzione periodica perché col tempo può usurarsi o risultare troppo duro e poco maneggevole durante la guida. Leggi i consigli di PitstopAdvisor e scopri come riparare il volante con poche e semplici mosse.

Problema volante auto, come riparare lo sterzo della macchina

Se il volante risulta duro o poco maneggevole, si deve andare alla ricerca della causa e capire come mai i comandi impartiti non vengono eseguiti automaticamente dall’auto.

Per fare questo l’aiuto di un’altra persona è indispensabile perché mentre tu osservi sotto la macchina la fonte del problema volante auto, l’amico che è venuto ad aiutarti deve girare il volante per far capire al guidatore cosa c’è che non va.

Il problema al volante auto spesso può essere situato nella cremagliera o nei tiranti dello sterzo. Entrambi possono essere usurati dal tempo e dall’eccessivo utilizzo e, per questo motivo, la soluzione migliore è quella di recarsi presso un’officina meccanica e farli riparare.

Se cerchi un’officina, la trovi su PitstopAdvisor.com!

Se invece il volante è troppo duro e non si riesce a girarlo bene perché si impiega troppa forza, è probabile che ci voglia dell’olio nella scatola dello sterzo, facendo attenzione che non ci sia una perdita.

Queste sono le cause più comuni che determinano un problema al volante auto e il conseguente il malfunzionamento. Per ulteriori approfondimenti, leggi anche questo articolo: http://www.pitstopadvisor.com/news/sterzo-duro-sterzo-che-vibra-ecco-le-cause-dei-principali-guasti-allo-sterzo-auto/

Come si può notare, il problema volante auto può essere risolto e riparato velocemente affidandosi ad un bravo meccanico ;)!

Richiedi il miglior preventivo per riparare lo sterzo dell’auto:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

Meccanici, carrozzieri, gommisti: trova i migliori autoriparatori grazie a KeRete!

Scopri su PitstopAdvisor quali sono i migliori meccanici, carrozzieri e gommisti 
certificati da KeRete. Se sei un autoriparatore, o lavori nella filiera del 
post-vendita, e vuoi ottenere il rating di classificazione professionale KeRete, 
continua a leggere.

Cos’è KeRete? KeRete è una nuova realtà che ha come scopo principale quello contribuire a far evolvere la qualità, la serietà e la trasparenza dei servizi autoriparativi a vantaggio di tutto il mercato automotive. Come? Grazie al rating di classificazione professionale sintetico ed oggettivo, espresso tramite “stelline” (da 1 a 5), volto ad esaminare le caratteristiche professionali, determinati livelli di servizio e adempimenti di legge richiesti per l’esercizio della sua attività di autoriparatore. Ma scendiamo nel dettaglio e analizziamo come funziona KeRete e quali vantaggi dà agli autoriparatori e agli automobilisti.

Meccanici, carrozzieri, gommisti- trova i migliori autoriparatori grazie a KeRete

Che cosa rappresentano le stelle di Classificazione Professionale KeRete?

Le stelle KeRete sono un indicatore sintetico che mostra il livello professionale di ogni autoriparatore classificato. Concettualmente sono molto simili alle stelle degli Hotel che ne esprimono la categoria. Le stelle si ottengono rispondendo a un questionario molto dettagliato e sono verificate una ad una, in officina, da Federperiti – una rete di periti indipendente.

Quali sono le informazioni prese in considerazione dalla Classificazione Professionale KeRete?

Le domande del questionario a cui si deve rispondere sono circa 100 e prendono in considerazione tutte le informazioni indispensabili per analizzare oggettivamente un autoriparatore: le sue caratteristiche fisiche, le sue attrezzature, la disponibilità di informazioni tecniche l’ampiezza e la qualità dei servizi offerti, il numero e la formazione dei dipendenti, il rispetto delle norme ambientali o sul lavoro e molto altro ancora.

La metodologia con cui è elaborato il rating è affidabile?

La metodologia con cui è elaborato il rating nasce da mesi di lavoro di un team che ha visto coinvolti alcuni tra i migliori tecnici nazionali con la supervisione di Unione Nazionale Consumatori. La credibilità del rating è dimostrata dal fatto che sono già diverse centinaia gli autoriparatori classificati da KeRete.

Quali sono i vantaggi per gli automobilisti?

Finalmente gli automobilisti potranno scegliere in maniera informata e consapevole un autoriparatore anziché un altro, in funzione delle proprie necessità e basandosi su criteri oggettivi.

Non sempre il criterio del preventivo più basso è quello più adatto: soprattutto quando in gioco c’è la sicurezza stradale, ma anche la possibilità di dover tornare a riparare la macchina subito dopo l’intervento.

Perché il rating di Classificazione Professionale KeRete è utile agli autoriparatori?

Perché gli autoriparatori non sono tutti uguali: finalmente, con questo strumento, gli autoriparatori classificati lo possono dimostrare in maniera oggettiva a tutto il mercato.

Il rating di Classificazione Professionale di KeRete sarà esposto sui principali portali nazionali che operano in ambito autoriparativo, proprio come PitstopAdvisor, e per tutta la durata dell’abbonamento potrà anche essere liberamente utilizzato da ogni autoriparatore sul proprio sito e sui propri materiali promozionali.

Ma non è finita qui: con la classificazione professionale gli autoriparatori potranno confrontarsi con gli altri, e avranno quindi l’opportunità di migliorarsi e di competere sul mercato in condizioni di concorrenza leale.

L’importanza delle stelle del rating

Per ottenere tutti i vantaggi del rating della Classificazione Professionale KeRete non è indispensabile raggiungere il massimo dei voti.

Esattamente come per gli hotel, un carrozziere a due stelle potrebbe essere perfettamente in grado di soddisfare in pieno le esigenze dei suoi clienti. Le sue due stelle saranno forse dovute a un limite dell’ampiezza della struttura, oppure alla mancanza dell’offerta di alcuni servizi. L’importante è che il cliente sia informato di quello che può offrire e si rivolga a lui consapevole dei servizi che può ricevere.

Meccanici, carrozzieri, gommisti- trova i migliori autoriparatori grazie a KeRete 2

Come posso fare per ottenere il rating di Classificazione Professionale KeRete?

Per classificarti puoi acquistare le credenziali da KeRete qui (http://www.kerete.it/abbonati/) oppure le puoi chiedere per effettuare un test GRATUITO qui (http://www.kerete.it/test/).

 

Se vuoi saperne di piĂą su KeRete, clicca qui: www.kerete.it

Sostituire il radiatore auto, come si fa?

Come cambiare il radiatore della macchina? Come si fa la sostituzione di un radiatore 
rotto o bucato? Ecco tutti i consigli di PitstopAdvisor.

Come sostituire il radiatore auto? Come si fa a cambiare un radiatore rotto o bucato? Innanzitutto, cos’è il radiatore della macchina? Il radiatore è quella parte raffreddante dell’auto che contiene al suo interno un liquido refrigerante ed è formato da una griglia. Esso è posizionato nella parte anteriore della vettura e se dovesse essere rotto o bucato o se dovesse subire perdite di liquido a causa dell’usura, va sostituito immediatamente.

Sostituire il radiatore auto, come si fa

Attenzione! Sostituire il radiatore auto non è un lavoro facile, per cui se non siete molto esperti è altamente consigliato rivolgersi alla propria officina di fiducia (se cercate un meccanico auto, lo trovate su PitstopAdvisor.com ;)!).

Detto ciò, come fare quindi per sostituire il radiatore della macchina?

In primo luogo, prima di elencarvi i passaggi utili a cambiare il radiatore auto, occorre procurarsi: un set di chiavi a bussola, un giravite, dell’acqua distillata, un liquido anticongelante e delle fascette metalliche. Poi bisogna comprare dal rivenditore di fiducia il radiatore nuovo, meglio se è originale, portando con sé il libretto di circolazione, e il liquido refrigerante.

Ecco come cambiare il radiatore dell’auto:

  1. Aprire il cofano della macchina, smontare il radiatore assicurandosi che il motore sia freddo, svitare il tappo, individuare i due tubi che portano il liquido da e verso il motore, allentare la fascetta del tubo posizionato piĂą in basso e spostarla dalla sede di imbocco.
  2. A questo punto è necessario staccare il tubo e far defluire il liquido presente nel radiatore.
  3. Successivamente staccare anche il tubo superiore, i connettori delle ventole e il sensore della temperatura.
  4. Una volta svitati i bulloni che tengono fissato il radiatore al telaio, bisogna estrarlo e sostituirlo col radiatore nuovo al quale verranno avvitate le ventole e il sensore della temperatura.
  5. Fatto ciò si devono montare i tubi e le fascette metalliche seguendo il procedimento inverso e riempire il radiatore col liquido refrigerante miscelando l’acqua distillata con il liquido antigelo ( 1 litro di antigelo e 3 litri d’acqua) e riempire la vaschetta sino alla tacca con su scritto max.
  6. Ora accendere il motore senza avvitare il tappo per eliminare le bolle d’aria presenti e quando il liquido nella vaschetta sale, avvitare il tappo, col motore acceso, finché non partono le ventole.
  7. Infine, mentre si aspetta che il motore si raffreddi, si deve svitare il tappo e rimettere il liquido fino a farlo arrivare al limite massimo.

Ed ecco fatto, ora dovreste essere riusciti a sostituire da soli il radiatore della vostra auto, ma vi ricordiamo, onde evitare di arrecare danni a voi stessi e alla vostra macchina, nel caso in cui non siate pratici, di rivolgervi alla vostra officina di fiducia per il cambio del radiatore (se cercate un’officina, la trovate su PitstopAdvisor.com).

Richiedi il miglior preventivo per sostituire il radiatore auto:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

Manutenzione auto: programma e consigli per mantenere la macchina efficiente.

Come fare la manutenzione auto? Quale programma seguire e cosa controllare per mantenere la macchina sicura ed efficiente nel tempo? Ecco tutti i consigli di PitstopAdvisor.

PitstopAdvisor ti parlerà oggi della manutenzione auto e in particolar modo ti fornirà dei facili consigli per mantenere la tua macchina efficiente, sicura e performante nel tempo. Innanzitutto devi sapere che effettuare una regolare manutenzione della tua auto ti fa risparmiare sia sull’eventuale riparazione (a seguito di malfunzionamenti o danni) che sui consumi della tua macchina. Trascurare il sistema di accensione, di iniezione e di alimentazione infatti potrebbe farti consumare anche il 10-20% in più di carburante. Ma non solo, è fondamentale tenere sotto controllo anche le gomme, l’olio e i filtri, per risparmiare sulla benzina.

Oltre al risparmio di carburante, come detto, effettuare una corretta manutenzione periodica dell’auto limita l’usura della stessa e ne assicura quindi una vita piĂą lunga. Ecco dunque i semplici consigli di PitstopAdvisor per mantenere la tua auto funzionale ed efficiente nel tempo… << CONTINUA A LEGGERE >>

Manutenzione auto- programma e consigli per mantenere la macchina efficiente.

Cambio pastiglie freni: come fare la sostituzione delle pasticche freno?

Come cambiare le pastiglie dei freni auto? PitstopAdvisor ti spiega come si fa!

PitstopAdvisor ti aveva già parlato delle pastiglie freni, di quando cambiarle e quanto costano, oggi invece ti spiegheremo come sostituire le pastiglie dei freni auto da solo. Va premesso che l’usura delle pastiglie freno varia a seconda del tipo di guida e dal tipo di strada percorsa: se usi l’auto per di più in città è più facile che le pasticche della tua auto si usurino prima di chi invece percorre per di più strade extraurbane o autostrade. Ad ogni modo in linea generica possiamo dire che è consigliabile sostituire le pastiglie freni ogni 30.000/40.000 km. La sicurezza prima di tutto, per cui vediamo subito come cambiare le pastiglie dei freni all’auto.

Cambio pastiglie freni- come fare la sostituzione delle pasticche freno

Innanzitutto se non se molto esperto o non hai un’ottima manualità, ti raccomandiamo di rivolgerti alla tua officina di fiducia per il cambio pastiglie freno (se cerchi un meccanico o un’officina, li trovi su PitstopAdvisor.com!).

Partiamo, ecco come cambiare le pastiglie freni:

1) Per prima cosa devi comprare delle pastiglie nuove ad esempio presso il tuo negozio di ricambi di fiducia, essenziale è che le pastiglie nuove siano adatte al tuo modello di auto.

2) Ora posiziona l’auto perfettamente in piano, indossa un paio di guanti da lavoro, una mascherina che ti permetterà di non inalare sporco e polvere e un paio di occhiali protettivi.

3) Fatto ciò munisciti di cric. Se non hai un cric professionale, dovrai cambiare le pastiglie ruota per ruota, sollevandole una ad una.

4) Solleva l’auto con il cric e smonta la ruota servendoti dell’apposita chiave.

5) Noterai che le pastiglie freno sono tenute da dei gancetti e da un perno al centro. Con l’ausilio di un cacciavite rimuovi la pastiglia usurata.

6) Inserisci dunque la pastiglia nuova e ricordati di rimontare i gancetti ed i perni.

7) Rimonta la ruota e passa alla ruota successiva.

Nota bene: quando cambi le pastiglie freno controlla anche i dischi, se noti delle parti concave o convesse significa che anche i dischi necessitano di essere sostituiti. Ad ogni modo tieni presente che generalmente i dischi freno vanno cambiati circa ogni 80.000 km o dopo aver sostituito due volte le pastiglie.


Richiedi il miglior preventivo:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

Cintura di sicurezza: come e quando cambiarla?

Come e quando cambiare le cinture di sicurezza dell’auto? Leggi i consigli di PitstopAdvisor!

PitstopAdvisor vuole parlarti oggi di una parte molto importante dell’auto, un componente che spesso può salvarci la vita, stiamo parlando della cintura di sicurezza. Come cambiare da soli le cinture di sicurezza? Sapevi che per le auto un po’ datate è consigliabile sostituire le cinture di sicurezza almeno una volta ogni cinque anni? Se non l’hai mai fatto prima, oggi PitstopAdvisor ti spiega come cambiare la cintura di sicurezza della tua macchina con facilitĂ .

Frau mit Sicherheitsgurt in einem Auto

Innanzitutto se devi cambiare le cinture di sicurezza, la prima cosa che devi verificare è che le nuove cinture siano adatte al tuo modello di auto. In secondo luogo non comprare cinture di sicurezza usate, potrebbero non funzionare perfettamente, meglio acquistarle nuove. Ricorda, al momento dell’acquisto porta con te il libretto di circolazione dell’auto, in questo modo sarai sicuro di comprare l’esatta tipologia di cintura, perfettamente compatibile con la tua macchina.

Una volta acquistata la cintura di sicurezza nuova, dovrai procedere a smontare la vecchia cintura di sicurezza. Attenzione, se noti che ad essere rovinati sono anche i ganci e le fibbie, è consigliabile sostituire tutto quanto.

Vediamo ora come smontare la vecchia cintura di sicurezza. Innanzitutto devi togliere la plastica sopra, per fare questo ti sarĂ  sufficiente prendere un cacciavite e far leva sulla plastica che si trova sull’aggancio della cintura di sicurezza.

Fatto questo, con una chiave a brugola togli il bullone che blocca l’ingranaggio della cintura di sicurezza e tira verso di te l’ingranaggio, per far si che si sganci dal suo alloggio.

A questo punto puoi montare la nuova cintura di sicurezza. Prendi l’ingranaggio del nuovo pezzo di ricambio e posizionalo nell’alloggio dove hai tolto il vecchio ingranaggio. Stringi il bullone e infine incastra sopra la plastica.

Ed ecco fatto, ora non ti resta che provare la nuova cintura di sicurezza e buon viaggio!


Richiedi il miglior preventivo:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':