Archivi categoria: Motore Moto

Controllo olio moto: come controllare il livello di olio motore?

Come controllare l’olio motore moto? Quanto olio va messo nella moto? Come verificare il livello di olio motore della moto? Te lo spiega PitstopAdvisor.

Una perfetta manutenzione della moto prevede che si controlli il livello di olio motore regolarmente, onde evitare seri danni al motore dati dalla scarsa lubrificazione. Per questo motivo è opportuno controllare il livello di olio della tua moto ogni 1000 km circa. PitstopAdvisor oggi ti spiegherà come controllare da solo e con facilità il livello di olio motore della tua moto.

Controllo olio moto- come controllare il livello di olio motore

E’ importante premettere che il livello ottimale di olio motore è compreso fra le tacche “Min” e “Max”. E’ fondamentale che il livello di olio non scenda mai né sotto la soglia del minimo, perché potrebbe comportare serissimi danni al motore, né superi il livello massimo in quanto questo potrebbe causare una pressione troppo elevata che comporterebbe un danneggiamento del circuito di lubrificazione.

Ricorda, se il livello di olio motore è troppo basso, va necessariamente rabboccato!

Vediamo ora quindi come controllare il livello di olio motore della moto:

1) Metti la moto nella posizione più verticale possibile. Per fare questo metti il cavalletto centrale o se hai invece il cavalletto laterale, fa sì che la moto resti bene in verticale per questa operazione di controllo.

2) Accendi il motore della tua moto per 3 minuti circa. Così facendo l’olio circolerà nel circuito di lubrificazione.

3) Spegni il motore della tua moto e aspetta un paio di minuti.

4) Ora è possibile controllare il livello di olio attraverso il carter o l’asticella (dipende dalla tipologia della tua moto). Se la tua moto ha l’asticella devi svitarla, estrarla e pulirla con un panno. Successivamente rimetterla nel serbatoio dell’olio ed estrarla ancora per leggere il livello.

Ricorda sempre, se non hai una buona manualità o preferisci affidarti a “mani esperte”, affidati alla tua officina di fiducia (se cerchi un’officina moto o un’officina auto, la trovi su PitstopAdvisor.com!).


Richiedi il miglior preventivo:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

Rodaggio moto nuova: a cosa serve e come si fa?

Come fare un rodaggio ottimale alla moto? Quali consigli seguire durante i primi km? Te lo spiega PitstopAdvisor!

Se hai comprato una moto nuova, il concessionario ti avrà detto che devi fare il rodaggio. Per fare il rodaggio della tua moto nuova, segui i consigli di PitstopAdvisor. Il rodaggio della moto è molto importante in quanto le parti interne al motore devono assestarsi correttamente. Vediamo quindi come effettuare il rodaggio di una moto nuova.

Rodaggio della moto nuova- a cosa serve e come si fa

Come fare il rodaggio di una moto nuova?

Prima di aver effettuato il primo tagliando, ovvero dopo i primi 1000 km, è sconsigliato usare il motore ad alti giri. Fondamentale per un buon rodaggio è non stressare il motore subito dopo l’avviamento, quando non è ancora in temperatura, ma anche quando il motore è in temperatura è bene non superare tot numero di giri. Solitamente non bisognerebbe superare la metà dei giri massimi del tuo motore, per sapere il numero esatto dei giri, controlla il manuale d’uso e manutenzione della tua moto.

Nel corso dei primi 1000 km, fai attenzione non solo al numero di giri ma anche a variare spesso la velocitĂ  del motore. Non sottoporlo a sforzi particolari (tipo aperture del gas improvvise).

Una volta effettuato il primo tagliando, potrai aumentare i giri del motore, ma ricorda di farlo in maniera graduale e sempre a motore caldo.

Non solo il motore della moto necessità di rodaggio, ma anche gli pneumatici. All’inizio, quando la moto è nuova, le gomme risulteranno molto scivolose in quanto ricoperte da una cera protettiva, pertanto è fondamentale guidare con prudenza.

Non frenare né accelerare bruscamente e se devi inclinare la moto presta molta attenzione durante i primi 100 / 200 km, fallo sempre gradualmente.

Ricorda anche di frenare e di usare la frizione dolcemente.

Evita accelerazioni e frenate brusche, inclinando la moto in modo graduale per i primi 100-200 chilometri. Anche per i freni il rodaggio è indispensabile, quindi all’inizio dovrai usarli dolcemente. Stesso discorso va fatto anche per i cuscinetti, le bronzine e la trasmissione.

Ricorda, presta sempre molta attenzione durante i primi chilometri se la tua moto è nuova e non dimenticarti dopo i primi 1000 km del tagliando della tua moto (se cerchi un’officina per fare il tagliando moto la trovi su PitstopAdvisor.com!).

La moto non parte? Ecco le cause e le soluzioni!

La moto non si accende più? Si è rotto il motore della moto? Ecco come riconoscere un guasto alla moto.

La moto non parte? Si è rotto il motore della moto? PitstopAdvisor oggi ti spiega come riconoscere un guasto alla tua moto. Alcune parti del motore della moto possono essere particolarmente soggette a guasti, spesso legati all’invecchiamento, ma non si escludono danni a cilindri, pistoni e guarnizioni anche su moto nuove. Come sai, per cercare di evitare eventuali guasti che possono insorgere, la manutenzione ordinaria e straordinaria è di grande importanza, ma se nonostante tutto la tua moto ha dei problemi, ecco cosa devi controllare.

La moto non parte? Ecco le cause e le soluzioni

Innanzitutto, se riscontri un calo nelle prestazioni della tua moto è il caso di insospettirsi. Guarda anche che non si sia accesa nessuna spia di segnalazione (non tutte le moto hanno le spie di segnalazione) e qualora si fossero accese verifica quanto segue e se necessario recati in una buona officina (se cerchi un meccanico per la tua moto, lo trovi su PitstopAdvisor.com!).

Controlla che il motorino di avviamento non abbia dei problemi.

Se la tua moto ha un guasto al motorino d’avviamento, la moto non ti dĂ  segnali e sembra come “morta”.

Accertati che la tua moto non sia ingolfata. Se la tua moto è ingolfata te ne accorgi perché la senti “affogare” durante l’accensione, e senti come un suono cupo spesso accompagnato da un forte odore di benzina.

Controlla le luci e la batteria.

Se le luci, la batteria e il motorino di avviamento funzionano bene e la moto non è ingolfata, controlla anche che le candele siano asciutte e non si siano ossidate.

Se escludi i problemi sopra citati, è probabile allora che la tua moto abbia un guasto al motore o sia grippata.

Può capitare infatti che la mancata o l’insufficiente lubrificazione, o una miscela sbagliata, porti alla grippatura dei pistoni, ovvero i pistoni si incollano alle fasce elastiche dei cilindri. In questo caso sentirai la pedalina poco fluida o addirittura bloccata. Potresti anche avvertire un calo di prestazioni e sentire un rumore metallico e in fase di accelerazione potresti avvertire un calo della compressione e dei giri.

Se riscontri uno o più sintomi di quelli esposti, è opportuno recarsi subito in un’officina per moto, evitando così di arrecare danni o guasti gravi alla vostra moto.


Richiedi il miglior preventivo:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

Moto ingolfata, cosa fare? Ecco i rimedi per farla ripartire.

La tua moto non parte? Moto d’epoca ingolfata? Come far ripartire una moto ingolfata? Ecco i facili consigli di PitstopAdvisor!

Cosa fare se la moto è ingolfata? Come far partire una moto ingolfata? Può capitare piĂą di frequente ad una moto d’epoca, ma può succedere anche ad una moto nuova di non mettersi in moto. Se la tua moto fa fatica a partire può darsi che sia ingolfata o l’umiditĂ  della notte potrebbe aver inumidito le candele o agito sui contatti di accensione. PitstopAdvisor in questo articolo ti spiegherĂ  cosa fare e come far ripartire una moto ingolfata.

Moto ingolfata, cosa fare? Ecco come farla ripartire

Innanzitutto cerchiamo di capire, cosa significa avere la moto ingolfata?

Una moto si ingolfa quando la benzina fuoriesce e inumidisce le candelette. Le moto ad iniettori quindi, sono molto meno soggette a questa problematica.

Perché la moto si è ingolfata? Quali sono le cause dell’ingolfamento?

Una moto può ingolfarsi a causa di un carburante troppo grasso (troppo ricco di olio), oppure può ingolfarsi a causa dall’eccessiva temperatura del motore che, causando un deposito di carburante nei collettori della moto, innesca un fenomeno che tende a far superare il limite di esplosivitĂ  consono. Oppure ancora la moto può ingolfarsi se un’eccessiva quantitĂ  di carburante entra nella camera di combustione, ostacolando così il normale funzionamento dello starter.

Come comportarsi se la moto è ingolfata?

In primis cerca di evitare di usare la manopola del gas a motore spento, in questo modo infatti si contribuisce a pompare la benzina e ad ingolfare il motore. Poi procedi come segue. Considerando che se sulle candele si formano dei depositi di carburante o l’olio della miscela questi non favoriscono la scintilla necessaria per l’accensione della moto, è opportuno controllare le candele. Quindi, togli la pipetta dalle candele e puliscile molto bene. Nel caso in cui ci fossero dei depositi solidi (tipo calcare), puoi utilizzare della carta vetrata a grana per levigarle bene.

Poi prova a tirare la levetta dell’aria, dare gas e cercare di far partire la moto accendendo il motore. Il flusso d’aria aggiuntivo permette infatti all’aria di entrare e spingere con forza, facendo in questo modo defluire la miscela o il carburante che è andato ad invadere i collettori della moto.

Fatto?

Se hai espulso il carburante in eccesso attraverso i collettori di scarico e hai pulito bene le candele, è probabile che ora la tua moto sia riuscita a ripartire!

Veniamo infine ad alcuni brevi consigli da tenere sempre a mente.

  1. Ripara sempre la tua moto, specialmente dall’umidità della notte.
  2. Non mettere della miscela troppo grassa.
  3. Pulisci le candele periodicamente ogni tanto sostituiscile.
  4. Non sottovalutare mai la manutenzione della tua moto e fai controllare in officina (se cerchi un’officina per moto, la trovi su PitstopAdvisor!) che l’accensione funzioni a dovere.

Richiedi il miglior preventivo:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

Moto in inverno: consigli per proteggere al meglio la moto da freddo e gelo

Moto in inverno: come proteggere al meglio la moto da freddo, neve, gelo e da tutte le problematiche che scaturiscono con l'avvento della stagione fredda? Leggi i consigli di PitstopAdvisor.

Motociclisti, centauri, appassionati di moto, bikers… chiamali come vuoi, tutti hanno però in comune una grande passione: la moto! La stagione piĂą odiata dai motociclisti, l’inverno, purtroppo è alle porte. Vediamo quindi come prenderci cura della nostra moto durante l’inverno. Quali accorgimenti adottare per la nostra “due ruote” durante la stagione fredda? Come proteggere al meglio la moto da freddo, neve, gelo e da tutte le problematiche che scaturiscono con l’avvento della stagione fredda?… << CONTINUA A LEGGERE >>

Moto in inverno - consigli per proteggere al meglio la moto dal freddo, gelo e neve

Motore della moto: manutenzione e pulizia

Manutenzione e pulizia del motore della moto: ecco i consigli di PitstopAdvisor per pulire il motore della moto con facilitĂ .

Finalmente sei riuscito a comprarti la moto che sognavi da anni e sei disposto a tutto per manutenerla e curarla al massimo, come se fosse la tua fidanzata! A tal proposito hai mai pulito il motore della tua moto? Sai come si fa per pulirlo? Pulire il motore della tua moto con una certa frequenza ti garantisce una durata maggiore del motore nel tempo e ovviamente ti permette di avere una diminuzione dei costi di manutenzione. Leggi i consigli di PitstopAdvisor ed esibisci con fierezza la tua moto “tirata a lucido”… << CONTINUA A LEGGERE >>

Motore della moto - manutenzione e pulizia