Archivi categoria: Uncategorized

Come puoi segnalare i problemi al traffico quando usi Waze

Waze è una delle più diffuse app GPS al mondo, utilizzata ogni giorno da milioni di automobilisti. Come molte altre applicazioni che sfruttano le mappe per la navigazione, Waze usa i suoi server e i propri dati già memorizzati per trovare i percorsi più adatti. Tuttavia, raccoglie anche le segnalazioni e i dati degli utenti per assicurare che tutti, in ogni momento, ottengano le migliori indicazioni possibili in base a incidenti, traffico e altre variabili.

Ma come puoi contribuire ai dati di Waze incrementando l’efficienza dell’app?

La pagina di segnalazione eventi Waze

Iniziamo subito con il ricordare che quando stai usando Waze, puoi facilmente notare un’icona arancione, a forma di spilla, nell’angolo in basso a destra dello schermo. Toccando questa icona puoi entrare nella schermata di segnalazione, dove indicare gli eventi che incontri mentre sei sulla strada. Vediamo insieme i principali.

Traffico

Quando tocchi l’icona del traffico, puoi segnalare la situazione del traffico sul tratto di strada che stai percorrendo, con diversi livelli di intensità. Trovi altresì un’icona della fotocamera, nel caso in cui tu voglia fotografare la situazione. Se poi desideri aggiungere ulteriori informazioni, come ad esempio per quanto tempo si è rimasti bloccati o quanto è lungo l’ingorgo, è possibile inserire un commento. 

Polizia

L’icona della Polizia ti permette di segnalare se ci sono agenti nelle vicinanze. Puoi anche indicare le condizioni di visibilità per dire agli altri automobilisti dove si trovano.

Incidente 

L’icona dell’incidente ti permette di segnalare se ci sia stato o meno un incidente nel tratto di strada percorso e indicarne la gravità a seconda che blocchi solo una piccola porzione di strada, due o più corsie, e così via. Puoi aggiungere fotografie o commenti alla tua segnalazione.

Pericoli per il traffico

Tra le altre segnalazioni più utili c’è anche quella dei pericoli, che ti consente di segnalare alla community di Waze se qualcosa sia o meno in grado di causare potenziali problemi sulla strada e sul tempo di percorrenza. Si tratta, insomma, della funzionalità che ti consente di segnalare cantieri, semafori rotti, buche, veicoli fermi o condizioni meteo avverse come grandine, inondazioni, ghiaccio e neve. 

Il prezzo della benzina

Tra le altre funzioni utili di Waze c’è poi quella dei prezzi della benzina. Se sei a corto di carburante e hai bisogno di fare benzina, tocca l’icona relativa per vedere le stazioni vicine: quando selezioni una di esse, vedrai i prezzi alla pompa e la data di ultimo aggiornamento. Potrai a quel punto toccare il pulsante di modifica per contribuire all’aggiornamento dei valori. 

Le mappe di Waze

Anche se Waze è un’eccellente app di navigazione, non è evidentemente sempre perfetta quando fornisce indicazioni. A volte, infatti, c’è un nuovo segnale stradale che l’app ancora non conosce, e altre volte potrebbero esserci cambiamenti alla viabilità che hanno modificato le indicazioni di percorrenza. In ogni caso, puoi usare il pulsante Map Issue per segnalare questi problemi a Waze.

Insomma, come abbiamo visto, sono tante (e non esaustivamente elencate in questo post) le funzioni con cui puoi contribuire all’aggiornamento dei dati Waze. Ricorda però che, in ogni caso, dovresti sempre concentrarti sulla guida, e non segnalare nulla sul momento se ciò ti mette in pericolo.

Se invece puoi farlo in sicurezza, non esitare a inviare la tua segnalazione: quando lo fai, infatti, contribuirai attivamente all’aggiornamento delle informazioni sul server di Waze, garantendo così a tutti gli utenti un percorso ottimale!

Potrebbe interessarti anche: Orari migliori per evitare il traffico: a che ora è meglio guidare in città?

Gel igienizzante per auto: CARhandGEL

Stai cercando un gel igienizzante per auto? CARhandGEL è il primo dispenser di gel igienizzante specifico da tenere sempre nell’abitacolo della tua macchina. Scoprine di più su PitstopAdvisor.com

Stai cercando un gel igienizzante per auto? Sei nel posto giusto: CARhandGEL è il primo dispenser di gel igienizzante specifico per auto. Considerando il periodo storico che stiamo vivendo,  oltre alle ben note norme di prevenzione, è importantissimo disinfettarsi le mani quanto più possibile, ma quando siamo fuori casa non sempre è possibile farlo. Pensate ad esempio a tutte quelle volte in cui facciamo benzina o paghiamo ad un casello autostradale… in momenti come questi è opportuno igienizzarsi accuratamente le mani. Ecco perché un’ottima soluzione consiste nel l’avere sempre a disposizione un gel igienizzante per auto come CARhandGEL.

CARhandGEL è stato studiato per essere compatibile con tutte le auto sul mercato, poichè va inserito all’ interno del portabicchieri. Costruito in plastica dura, anti-alone, CARhandGEL è un oggetto pratico e indispensabile. CARhandGEL viene fornito vuoto ed è ricaricabile con qualunque GEL igienizzante presente sul mercato, oppure a richiesta viene fornito con la prima ricarica inclusa, 150 ml di GEL igienizzante prodotto in Italia da un’azienda leader di mercato. 

CARhandGEL è infatti dotato di una speciale valvola di sfogo brevettata che permette ai vapori del gel igienizzante, a base di alcool,  di fuoriuscire in minime dosi se all’ interno dell’ abitacolo la temperatura raggiunge livelli elevati. In questo modo non ci si deve preoccupare di lascare l’ auto al sole durante i periodi più caldi e ritrovare il contenitore del gel esploso o deformato. 

CARhandGEL è inoltre smontabile e lavabile. Una volta terminato il gel all’interno si potrà cambiare semplicemente staccando la pompetta e inserendo una ricarica CARhandGEL nuova. 

Tutto questo è particolarmente utile non solo per l’utilizzatore finale, ma anche per i noleggi di auto e i gestori di car sharing e grandi flotte. 

CARhandGEL per i più esigenti è personalizzabile, sia nella grafica serigrafata, sia nel colore nel gommino in silicone. Infatti a richiesta è possibile richiedere il proprio logo o il proprio slogan sul gommino o sul barattolo. La struttura di CARhandGEL rimane sempre di colore nero.  

Cosa aspetti?! Scoprine di più visitando il sito web: https://www.halmosculpture.com/pages/carhandgel

Può interessarti anche: https://www.pitstopadvisor.com/news/coronavirus-e-auto-come-sanificare-e-igienizzare-la-macchina/

Sedia ergonomica da ufficio: l’importanza per la salute

Una buona sedia ergonomica da ufficio è importante per la salute! Uno stile di vita sedentario contribuisce attivamente all’aumento dell’obesità, in ogni fascia di età della popolazione. Ma quella del sovrappeso, non è l’unica conseguenza della mancanza di movimento. In alcuni casi si possono generare gravi patologie come cardiopatie, diabete ed altro ancora. Se per coloro che lavorano in ufficio ovviamente non risulta pratico stare in piedi, è però possibile adottare alcuni accorgimenti che quantomeno permettano una postura corretta. 

Uno di tali accorgimenti, passa dalla scelta di una buona sedia, in grado di limitare moltissimi danni collaterali. Con questi presupposti, vediamo insieme l’importanza di una buona sedia ergonomica da ufficio per la salute... << CONTINUA A LEGGERE >>

Auto condivisa tra colleghi: ecco il carpooling aziendale

Scopri cos’è e perché piace tanto il carpooling aziendale. Oggi su PitstopAdvisor parliamo dell’ auto condivisa tra colleghi di lavoro.

L’ auto condivisa tra colleghi non è una novità, da sempre si condividono i passaggi in macchina, però oggi si chiama carpooling aziendale. La scelta di condividere l’auto con i colleghi di lavoro in particolare in questi ultimi anni ha preso molto piede in quanto ha oggettivamente dei vantaggi. In primis la comodità, ma anche il risparmio, la riduzione dello stress, più chiacchiere fra colleghi e infine i benefici sull’ambiente. Ma scopriamo subito qui su PitstopAdvisor perché sempre più persone scelgono il carpooling aziendale<< CONTINUA A LEGGERE >>

Auto condivisa tra colleghi: ecco il carpooling aziendale

Moto usata: cosa controllare prima dell’acquisto?

Cosa controllare in una moto usata? Ecco i consigli di PitstopAdvisor per valutare lo stato di una moto usata prima dell’acquisto.

Prima di acquistare una moto usata è importantissimo valutare l’utilizzo che devi fare della moto usata che stai per comprare. Se ti serve una moto per tutti i giorni, per andare in città o se invece la usi solo nei weekend, oppure se sei un patito della velocità. Definito questo, quando hai fatto la tua scelta e stai per acquistare la tua moto usata, prima di comprarla però ricordati di controllare che sia tutto in buone condizioni. PitstopAdvisor oggi quindi ti spigherà cosa controllare in una moto usata prima di acquistarla.

Moto usata- cosa controllare prima dell’acquisto

Cosa controllare in una moto usata?

Vediamolo insieme.

1) Controlla in motore della moto usata e accertati che le viti siano in ottimo stato. Se così non è, può significare che il motore è stato aperto per qualche intervento di riparazione o, se le viti sono rovinate è probabile che gli interventi di manutenzione non siano stati molto curati.

2) Controlla la carena della moto usata e verifica che non vi siano né crepe né fessure specialmente vicino alle frecce, in prossimità dei supporti che collegano i vari pannelli al telaio e vicino agli specchietti.

3) Controlla le leve della moto usata, se vedi che la leva del freno o quella della frizione sono nuove, potrebbe voler significare che la moto è caduta, in tal caso indaga bene sul tipo di caduta avvenuta.

4) Controlla il contachilometri e al tempo stesso, per verificare l’effettiva usura della moto, controlla anche lo stato delle pedane, delle gomme e delle manopole.

5) Accertati che il corpo interno della molla non sia sporco di olio e che quindi non fuoriesca olio dall’ammortizzatore.

6) Controlla la corona e guarda che i denti della corona non siano bassi e arrotondati, in tal caso significa che dovrete cambiare sia la catena che il pignone.

7) Controlla il telaio e in particolar modo dove c’è il canotto di sterzo. Non ci devono essere né crepe, né fessure o parti di vernice scolorita, ciò significherebbe che il telaio della moto è danneggiato.

8) Controlla le viti e i bulloni montati sullo scarico e accertati che non vi siano bozzi o incrinature. Assicurati che i supporti siano ben saldi, perché le marmitte che vibrano solitamente durano poco.

9) Controlla la forcella della moto e verifica che non ci siano graffi o segni nel punto in cui si innestano i tubi che compongono la forcella.

10) Controlla infine anche il parafango che sia ben allineato con la ruota.

Come avrai visto, è facile capire se una moto usata è stata tenuta bene o se non è stata curata in termini di manutenzione, ma per qualsiasi dubbio, o se ti senti più sicuro nell’acquisto, puoi chiedere aiuto anche ad un bravo meccanico (i migliori meccanici li trovi solo su PitstopAdvisor.com!).


Richiedi il miglior preventivo:






    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesta)

    Il tuo comune di residenza (richiesto)

    Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

    La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

    Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

    Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

    Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

    Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

    La moto non parte? Ecco le cause e le soluzioni!

    La moto non si accende più? Si è rotto il motore della moto? Ecco come riconoscere un guasto alla moto.

    La moto non parte? Si è rotto il motore della moto? PitstopAdvisor oggi ti spiega come riconoscere un guasto alla tua moto. Alcune parti del motore della moto possono essere particolarmente soggette a guasti, spesso legati all’invecchiamento, ma non si escludono danni a cilindri, pistoni e guarnizioni anche su moto nuove. Come sai, per cercare di evitare eventuali guasti che possono insorgere, la manutenzione ordinaria e straordinaria è di grande importanza, ma se nonostante tutto la tua moto ha dei problemi, ecco cosa devi controllare.

    La moto non parte? Ecco le cause e le soluzioni

    Innanzitutto, se riscontri un calo nelle prestazioni della tua moto è il caso di insospettirsi. Guarda anche che non si sia accesa nessuna spia di segnalazione (non tutte le moto hanno le spie di segnalazione) e qualora si fossero accese verifica quanto segue e se necessario recati in una buona officina (se cerchi un meccanico per la tua moto, lo trovi su PitstopAdvisor.com!).

    Controlla che il motorino di avviamento non abbia dei problemi.

    Se la tua moto ha un guasto al motorino d’avviamento, la moto non ti dà segnali e sembra come “morta”.

    Accertati che la tua moto non sia ingolfata. Se la tua moto è ingolfata te ne accorgi perché la senti “affogare” durante l’accensione, e senti come un suono cupo spesso accompagnato da un forte odore di benzina.

    Controlla le luci e la batteria.

    Se le luci, la batteria e il motorino di avviamento funzionano bene e la moto non è ingolfata, controlla anche che le candele siano asciutte e non si siano ossidate.

    Se escludi i problemi sopra citati, è probabile allora che la tua moto abbia un guasto al motore o sia grippata.

    Può capitare infatti che la mancata o l’insufficiente lubrificazione, o una miscela sbagliata, porti alla grippatura dei pistoni, ovvero i pistoni si incollano alle fasce elastiche dei cilindri. In questo caso sentirai la pedalina poco fluida o addirittura bloccata. Potresti anche avvertire un calo di prestazioni e sentire un rumore metallico e in fase di accelerazione potresti avvertire un calo della compressione e dei giri.

    Se riscontri uno o più sintomi di quelli esposti, è opportuno recarsi subito in un’officina per moto, evitando così di arrecare danni o guasti gravi alla vostra moto.


    Richiedi il miglior preventivo:






      Il tuo nome (richiesto)

      La tua email (richiesta)

      Il tuo comune di residenza (richiesto)

      Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

      La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

      Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

      Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

      Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

      Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

      Donne e Motori, le foto migliori! – La classe non è acqua!

      Donne e Motori, le foto migliori! – La classe non è acqua!

      Una donna stupenda con sensualissimo minidress in pelle, guantini abbinati e un’aria sofisticata. Nonostante il look “deciso”, questa foto testimonia il fatto che “La classe non è acqua!”… Se una donna non è volgare, può indossare qualunque cosa e risulterà sempre super chic!

      Donne e Motori, le foto migliori!

      Donne e Motori, le foto migliori! – La classe non è acqua|