Dispositivo Anti Abbandono per seggiolino auto: obbligo, tipologie, informazioni e sanzioni

Dal 7 Novembre 2019 è quindi obbligatorio utilizzare un dispositivo che segnali la presenza in automobile del bambino per tutti i conducenti con passeggeri di etĂ  inferiore ai 4 anni. 

Il dispositivo deve essere in grado di attivarsi automaticamente ad ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente. Successivamente deve dare un segnale di conferma al conducente nel momento dell’avvenuta attivazione. Nel caso in cui il dispositivo rilevi la necessità di dare un segnale di allarme, quest’ultimo deve essere in grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo. Spesso questi dispositivi sono dotati infatti di un sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi o chiamate.

Tutti coloro che saranno sprovvisti di un dispositivo incorreranno in una sanzione amministrativa da 81 a 326 euro (pagamento entro cinque giorni 56,70 euro) e nella decurtazione di 5 punti dalla patente. In caso di violazione reiterata per due volte, è prevista la sospensione della patente per 15 giorni.

Ci sono 3 tipologie di dispositivi anti abbandono:

  • Dispositivo integrato nel seggiolino. In commercio esistono dei seggiolini auto anti abbandono che sono dotati di sistemi che rilevano la presenza del bambino sul seggiolino.
  • Dispositivo indipendente. Si tratta di sensori da installare sotto la seduta del seggiolino auto che rilevano la presenza del bambino (spesso sono dei cuscinetti).
  • Dispositivo integrato nel veicolo. Le Case automobilistiche si stanno muovendo per integrare questi dispositivi sui nuovi  modelli di auto.

Può interessarti anche: https://www.pitstopadvisor.com/news/bambini-dimenticati-in-auto-consigli/