Esenzione bollo auto: chi è esente dal pagamento del bollo?

Esenzione bollo auto per vetture a metano o a gpl.

Va premesso che l’esenzione varia da regione a regione, ma in linea generica le auto alimentate esclusivamente a gas, metano o gpl, hanno diritto ad una riduzione del 75% sul bollo auto. In Lombardia l’esenzione del bollo è totale per tutti veicoli con sola alimentazione a gas.

Esenzione bollo auto per vetture elettriche.

Tutti i veicoli elettrici sono esclusi dal pagamento del bollo auto per i primi 5 anni successivi all’immatricolazione. Dal sesto anno alcune è prevista una riduzione del 75%, ma in alcune regioni, come la Lombardia e il Piemonte l’esenzione rimane totale anche per gli anni successivi.

Esenzione bollo auto per vetture d’epoca o storiche.

Le auto con almeno 30 anni rientrano automaticamente nella categoria delle auto storiche, mentre le auto con almeno 20 anni possono rientrare nella categoria delle auto storiche purché abbiano i requisiti per poter essere considerate di interesse storico. Le auto storiche beneficiano di una notevole riduzione ma sono comunque tenute a pagare una cifra compresa fra i 25,82 euro e i 30,00 euro annui, a seconda della regione di appartenenza.

Esenzione bollo auto per persone disabili.

Rientrano fra coloro che hanno diritto all’esenzione per il pagamento del bollo auto tutti gli autoveicoli e le motocarrozzette. Per i veicoli adibiti al trasporto promiscuo, la cilindrata non deve superare i 2.000 cc se è a benzina o i 2.800 cc se è a diesel. L’esenzione dal pagamento del bollo auto è valida sia se il veicolo è intestato alla persona disabile, sia se è intestato a un familiare che abbia fiscalmente a carico il disabile stesso e nel caso in cui quest’ultimo non abbia redditi superiori a 2.840,51 euro (escluse pensioni sociali ed eventuali indennità).

Ecco le categorie che hanno diritto all’esenzione per il pagamento del bollo auto:

  • i non vedenti
  • i sordomuti
  • i disabili con gravi limitazioni della capacità di deambulazione o amputati
  • i disabili con ridotte capacità motorie
  • i portatori di handicap psichico o mentale, titolari di indennità di accompagnamento