Guasto all’impianto elettrico dell’auto: cause, problemi e soluzioni legate alle parti elettroniche

Guasto all’impianto elettrico dell’auto N°1:

– Guasto dell’impianto elettrico dell’automobile.

Per verificare il sistema di carica della macchina  si può provare a collegare l’impianto della tua auto con il sistema di una macchina che già si sa avere un impianto elettrico perfettamente funzionante. Per far ciò devi affiancare le due macchine e collegare i poli delle rispettive batterie. Poi avvia il motore dell’auto con il disturbo e ascolta l’impianto dell’altra macchina. Se il rumore appare significa che c’è un problema serio con il sistema elettrico della tua macchina (probabilmente l’alternatore è difettoso), occorre quindi che la porti urgentemente dall’elettrauto per controllare il sistema di carica della batteria.

Se invece non compare alcun rumore nella macchina “silenziosa”, allora il problema potrebbe essere nella tua sorgente, in ogni caso si tratta di un guasto all’impianto elettrico.

Guasto all’impianto elettrico dell’auto N°2:

– Amplificatore.

Cominciamo togliendo il segnale preamplificato all’entrata dell’amplificatore e stacchiamo quindi i cavi di segnale. Se il rumore sparisce, l’amplificatore funziona correttamente (ripetere questa operazione per ogni amplificatore presente nell’auto). Se invece il rumore continua a sentirsi, occorre usare un altoparlante di prova all’uscita dell’amplificatore stesso.

Se il rumore è presente anche quando si usa l’altoparlante di prova poiché ci può essere un problema sulla linea di alimentazione dell’amplificatore si possono provare a sostituire i cavi di potenza con cavi schermati, se questo non elimina il rumore c’è qualche cosa di grave nell’amplificatore; occorre quindi provvedere ad una riparazione presso officina o elettrauto.

Se invece il rumore sparisce, ci può essere un problema con la filtratura o l’isolamento dei cavi. Questo può essere stabilito cambiando il punto di massa dell’amplificatore oppure (meno consigliabile) aggiungendo un filtro esterno per isolare la massa del segnale; anche questo è un guasto all’impianto elettrico (amplificatore) statisticamente diffuso.

Guasto all’impianto elettrico dell’auto N°3:

– I miei speaker emettono una specie di ronzio che segue i giri del motore della macchina, cos’è? Come li tolgo?

Spesso i disturbi che si presentano nel nostro impianto elettrico sono dovuti alla formazione di anelli di massa. Un anello di massa si crea quando la tensione della massa di un’unità è diversa da quella di massa di un’altra unità. Se ciò si verifica e i due apparecchi sono connessi elettricamente, circolerà della corrente tra loro.

Esistono molte procedure perché ciò non accada: una di queste consiste nel trovare un buon punto di massa per tutti i tuoi componenti al momento della realizzazione del sistema. Il cavo di massa in un sistema audio dovrebbe essere curato esattamente come i collegamenti di potenza. Occorre quindi usare cavi grossi, blocchi di distribuzione correttamente dimensionati, etc.

Per completare al meglio questo collegamento occorrerebbe realizzare quella che viene definita “configurazione a stella”. Si sceglie un’ubicazione centrale come punto di partenza, quindi si utilizza un cavo per ciascun componente da cablare che parte da quel punto e arriva al componente stesso. Occorre quindi:

  • Usare cavi di elevato diametro.
  • Usare connettori RCA di ottima qualità.
  • Curare con attenzione le saldature e tutti i collegamenti.
  • Usare un punto di massa comune.
  • Sostituire con componenti migliori tutti i connettori elettrici (morsetto batteria positivo e negativo, connessioni alternatore positivo e negativo, ecc.).
  • Rimuovere accuratamente tutta la vernice presente nei punti di collegamento al telaio.
  • Sostituire i cavi di serie della macchina con cavi di migliore qualità.
  • Evitare di far correre il cavo del segnale nelle prossimità di quelli di potenza o di eventuali centraline elettriche.

Guasto all’impianto elettrico dell’auto N°4:

– A motore acceso, e con il volume alto, i fari si abbassano a ritmo di musica. Devo sostituire la batteria o mi serve un nuovo alternatore? È un guasto all’impianto elettrico?

I fari si oscurano a causa di un momentaneo calo del livello della tensione che alimenta gli accessori dell’auto (fari, amplificatori, motore, etc). Questo calo della tensione può essere causato da una forte richiesta di corrente da parte di un accessorio.

La prima cosa da fare è controllare che la batteria e l’alternatore siano in buone condizioni. Una batteria debole può aggravare in modo eccessivo il lavoro dell’alternatore, diminuendo la potenza riservata al tuo sistema. Se il sistema d’alimentazione lavora correttamente, un alternatore maggiorato può essere la soluzione all’aumento di richiesta di corrente da parte del sistema audio. Cambiare un alternatore dell’auto  è una decisione da pensare molto bene poiché ciò comporta alcuni problemi potenziali.

Un esempio può essere che il nuovo alternatore raggiunga una certa produzione di corrente solo a regimi di giri molto alti. Anche un alternatore nuovo deve essere regolato perché fornisca l’energia desiderata in una gamma di tensione ragionevole. Se la macchina non parte più, dopo aver tenuto acceso lo stereo per lunghi periodi, e se la batteria presente è in buone condizioni, una batteria aggiuntiva potrebbe prevenire questo problema.

Ecco questi sono solo alcuni casi di guasto all’impianto elettrico dell’auto; ci sono anche altri tipi di guasto ma per il momento ci fermiamo qui. Ricordate sempre di affidarvi ad un’officina o ad un elettrauto di fiducia (i migliori li trovate solo su PitstopAdvisor!) per risolvere i guasti all’impianto elettrico della vostra auto.


Richiedi il miglior preventivo:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':

Lascia un commento