Guidare un quad: come si fa? Ecco come si guida un quad

Come si fa a guidare un quad?

Prima di metterti alla guida di un quad ricorda che questo dev’essere in regola con il Codice della Strada. Indossa sempre l’abbigliamento tecnico e obbligatoriamente il casco!

Ecco come guidare un quad:

  • Il cambio di un quad è quasi sempre automatico e una levetta, da azionare con il pollice destro, funge da acceleratore. Spingendola in avanti il quad accellera, riducendo la spinta rallenta.
  • Per sterzare devi ruotare il manubrio aiutandoti col gas. Ma attenzione a non prendere le curve troppo forte, potresti rischiare di ribaltarti!
  • Tieni presente anche che la frenata di un quad è diversa da quella di una moto. La frenata del quad è molto stabile, ma meno efficace. L’ideale è quindi fare alcune prove la prima volta che si guida un quad!
  • A differenza della moto, sul quad non serve “piegare”!
  • Ricorda col quad di non mettere mai i piedi a terra, come fai invece in moto, è pericolosissimo!
  • Quando guidi, non stringere il serbatoio con le ginocchia.
  • Sguardo sempre avanti quando guidi, non guardare le ruote anteriori.

Infine tieni presente che mediamente un quad ha un’autonomia di carburante di 200 km.

Se hai in programma una lunga escursione, magari in un posto isolato, potrebbe quindi servirti un serbatoio supplementare.

In caso di necessità, anche per guasti o rotture del tuo quad, trova l’officina più vicino a te su PitstopAdvisor.com!

Leggi anche: Gite in moto: idee e consigli per l’abbigliamento ideale

Buon divertimento! 😉

Richiedi il miglior preventivo per la riparazione del tuo quad:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':