Kit riparazione gomme: come riparare uno pneumatico forato con il kit?

Kit riparazione gomme: come si usa?

Va precisato inoltre, prima di procedere con la riparazione fai da te degli pneumatici tramite il kit, che è opportuno valutare l’entità del danno alla gomma: ovvero se si tratta di una piccola foratura o lo pneumatico è completamente tagliato nel fianco. In quest’ultimo caso infatti, è inutile utilizzare il kit riparazione gomme: se il danno è grave è necessario chiamare un carroattrezzi.

Nota bene: la riparazione delle gomme con il kit non è da considerarsi come una riparazione definitiva, bensì va utilizzato solo in caso di emergenza e non appena possibile è necessario portare l’auto presso un gommista (se cerchi un gommista, lo trovi su PitstopAdvisor.com!) per la riparazione definitiva e sostituzione degli pneumatici.

Prima di effettuare qualsiasi operazione, leggi attentamente le istruzioni riportate sul tuo kit di riparazione pneumatici.

Vediamo ora quindi come utilizzare il kit riparazione gomme auto:

  1. Prendi la bomboletta in dotazione e togli il tappo.
  2. Inserisci l’ugello a vite del compressore nella bomboletta e avvitalo finchĂ© non senti che il sigillo in alluminio della bomboletta è bucato, in modo da permettere la fuoriuscita del prodotto che entrerĂ  quindi nel compressore (non forare il sigillo in nessun altro modo, altrimenti rischieresti di sporcarti e che il prodotto esca completamente).
  3. Togli il tappo dalla ruota.
  4. Attacca il compressore alla presa accendisigari dell’auto.
  5. Collega il tubo in gomma del compressore alla gomma forata.
  6. Accendi il compressore, premendo l’interruttore. In questa fase noterai che la gomma si gonfierà ed entrerà in circolo il prodotto vulcanizzante che, mischiato all’aria, formerà uno strato che ricopre la parte interna della gomma, che andrà a tappare il foro.
  7. Quando senti che la gomma è gonfia, spegni il compressore, stacca il tubo di gonfiaggio e il cavo di alimentazione.
  8. Attendi almeno 15 minuti.
  9. Se hai anche un barometro in dotazione, controlla la pressione delle gomme.
  10. E’ fondamentale che il prodotto vulcanizzante entri bene in circolo e che la gomma si assesti, perciò accendi la macchina e percorri 4 o 5 chilometri a velocità moderata.
  11. Fatto ciò, fermati e ricontrolla la pressione delle gomme.

Se tutto ok, puoi partire: la tua gomma è riparata!

Ricorda ancora però che non si tratta di una riparazione definitiva per cui è necessario recarsi presso un gommista quanto prima.

Non appena ti è possibile, sostituisci la bomboletta utilizzata con una nuova, in questo modo all’occorrenza potrai riutilizzare il tuo kit ripara gomme.


Richiedi il miglior preventivo:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesta)

Il tuo comune di residenza (richiesto)

Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':