Jaguar I-Pace: ecco la prova su strada di Andrea – Test Drive

Tester per un giorno a bordo della nuova Jaguar I-Pace è Andrea Consonni, che si cala nei panni di giornalista automotive e analizza pregi e difetti della nuova Jaguar I-Pace.

Come va la Jaguar I-Pace? La mia prima esperienza con un’auto completamente elettrica è avvenuta nientemeno che con la I-Pace: un moderno crossover dall’aspetto elegante ma sportivo. La I-Pace spicca subito per la sua linea accattivante, con l’inconfondibile presa d’aria anteriore che contraddistingue i modelli Jaguar. Il disegno dinamico di fiancate e posteriore la rendono ormai protagonista nella gamma SUV. Completano l’aspetto esteriore parafanghi bombati e splendidi cerchi in lega da 22’’… << CONTINUA A LEGGERE >>

Jaguar I-Pace: ecco la prova di Andrea – Test Drive

Fatturazione Elettronica per i rifornimenti di carburante

A partire dal 1 gennaio del 2019 in Italia è entrato in vigore l’obbligo fatturazione elettronica per titolari di partita IVA ed aziende. Tale processo va a digitalizzare tutto ciò che riguarda la fatturazione, generazione, emissione/ricezione e conservazione. Questa novità vale anche per i rifornimenti di carburante con conseguente abolizione della vecchia “scheda carburante”. Secondo la circolare 8/E del 30 aprile 2018 l’emissione di fattura elettronica è obbligatoria per le cessioni di carburanti per motori come benzina e diesel (sono esenti GPL, metano e carburanti alternativi), per prestazioni da parte di sub-appaltatori e sub-contraenti, servizi o forniture nei confronti delle PA. Le cessioni di carburante per motori di gruppi elettrogeni, per impianti di riscaldamento e per attrezzi vari sono esonerate… << CONTINUA A LEGGERE >>

Fatturazione Elettronica per i rifornimenti di carburante

Prezzo assicurazione auto: come si calcola il costo?

Come si calcola il prezzo assicurazione auto? Scopri su PitstopAdvisor da cosa dipende il costo dell’RCA e come risparmiare.

Qual è il prezzo assicurazione auto? Sono tanti i fattori che determinano il costo finale di una polizza auto. Questo dipende infatti dalla tipologia del tuo veicolo, dall’anno di immatricolazione, dalla cilindrata dello stesso, dal tuo comune di residenza, dalla classe di merito, dall’aggiunta o meno di determinate garanzie accessorie etc. Devi sapere inoltre che il premio netto rappresenta circa il 53% di quello che paghi, gli oneri accessori (cioè i costi che coprono le spese della compagnia assicurativa) il 16%, mentre le tasse e le imposte coprono il restante 31%. Detto ciò, scopriamo quindi subito qui, su PitstopAdvisor, come calcolare il prezzo assicurazione auto e come fare per risparmiare.

Prezzo assicurazione auto: come si calcola il costo?

Prezzo assicurazione auto: da cosa dipende il costo?

Le compagnie assicurative si basano su diversi parametri per calcolare il prezzo assicurazione auto. Conoscere questi parametri può permetterti di risparmiare non poco! Potrai infatti fare scelte più oculate quando decidi il modello di auto da acquistare ad esempio.

Possiamo dire, come regola generale, che il prezzo del premio assicurativo dipende dal costo medio dei sinistri auto e dalla probabilità che un sinistro si verifichi oppure no. Più è alta la probabilità, maggiore sarà il costo. Per questo motivo anche la potenza del motore incide sul prezzo dell’RCA, perché più questo è potente, più statisticamente aumenta il rischio di incidente.

E’ importante specificare però che la presenza di accessori di sicurezza (come ABS, airbag, scatola nera, antifurto satellitare etc.) fa abbassare il costo dell’assicurazione, perché questi rendono meno probabili incidenti, feriti e furti dell’auto.

Ad incidere sul prezzo dell’assicurazione auto c’è inoltre l’alimentazione del veicolo perché (in linea generale) meno costa il carburante, più utilizzerai l’auto e quindi maggiori saranno le probabilità di fare incidenti.

Non solo, la probabilità di fare incidenti aumenta anche se per lavoro percorri molta strada. Quindi anche la professione incide sul costo dell’assicurazione auto.

Così come la tua età, da quanto tempo hai preso la patente e la tua classe di merito. Più incidenti hai fatto da quando hai ottenuto la patente, maggiore è il premio assicurativo. E sono proprio le classi di merito che maggiormente influenzano il calcolo dell’assicurazione auto. Queste vanno da 1 a 18: la 1° classe è la meno costosa e la diciottesima è la più cara. La classe di merito viene attribuita ad automobilisti e motociclisti in base alla virtuosità o all’elevato numero di sinistri alle spalle ed è trascritta nell’attestato di rischio.

Le tariffe RC auto, come anticipato, variano anche da regione a regione e da provincia a provincia. Il costo della polizza varia infatti da Milano a Napoli, ad esempio, e dipende anche dalle tue abitudini. Se lasci l’auto in garage, in un parcheggio sorvegliato, sulla strada oppure se utilizzi la macchina solo per lavoro o per il tuo tempo libero.

Il prezzo dell’RCA infine può aumentare o diminuire anche in base alle garanzie accessorie aggiunte (polizza furto incendio, polizza cristalli, tutela del conducente etc.)

Esistono però dei metodi per scegliere la migliore Polizza Auto. Uno di questi è quello di affidarsi a Compagnie Assicurative che offrono risparmio, flessibilità e protezione a 360°, come Genertel, la compagnia assicurativa online che offre soluzioni su misura, adatte alle diverse tipologie di guidatore, come Quality Driver, la polizza che premia gli automobilisti più virtuosi con sconti fino al 25% in base allo stile di guida. Richiedi subito un preventivo gratuito cliccando su questo link: assicurazione conducente come risparmiare con Genertel

Donne e auto nuova: meno budget ma più preparazione degli uomini nel processo di scelta e acquisto

Donne e auto nuova: il gentil sesso spende €5.500 in meno rispetto agli uomini per comprare una macchina nuova, ma per il 42% di queste i bassi consumi sono una priorità. Lancia, Citroën e Toyota i marchi con le percentuali più elevate di richieste femminili. Tutti i dettagli su PitstopAdvisor.

Donne e auto nuova. La scelta della macchina nuova è un processo influenzato da tanti fattori, tra cui il potere di acquisto, le esigenze pratiche della propria quotidianità, i gusti estetici e i costi di gestione. Che conseguenze hanno sulle donne tutti questi fattori? E che differenze ci sono tra i due sessi? È la domanda che si è posto il portale DriveK  – leader in Europa per la scelta e la configurazione dell’auto nuova.

Gli advisor di DriveK, che ogni giorno aiutano gli utenti della piattaforma a scegliere l’automobile giusta, hanno scoperto molte curiosità sull’approccio del gentil sesso alla scelta dell’auto. Ribaltando stereotipi e luoghi comuni che le vogliono impacciate quando si parla di motori, le donne si sono rivelate in generale più preparate degli uomini. Se la durata del processo di scelta e acquisto dura mediamente 90 giorni, prima ancora di parlare con un consulente o visitare un concessionario le donne si documentano più degli uomini sulle caratteristiche tecniche dei veicoli che preferiscono e in fase di scelta ponderano meglio le alternative a disposizione. Sono più consapevoli delle proprie possibilità economiche e si dichiarano più interessate a dati tecnici come i consumi (42% vs 35% degli uomini), in un’ottica di sempre maggiore attenzione all’ambiente, oltre che al portafogli… << CONTINUA A LEGGERE >>

Donne e auto nuova: meno budget ma più preparazione degli uomini nel processo di scelta e acquisto

Citroen C5 Aircross: ecco la prova di Simone – Test Drive

Tester per un giorno a bordo della nuova Citroen C5 Aircross è Simone Pozzo, che si cala nei panni di giornalista automotive e analizza pregi e difetti della nuova Citroen C5 Aircross 2019.

Questa mia esperienza con la nuova vettura francese Citroen C5 Aircross, nello splendido scenario del territorio della Franciacorta, è stata semplicemente meravigliosa. Ho provato questo SUV di ultima generazione nella versione con motorizzazione 1.6 a benzina da 181 cv e 133 kw di potenza, in allestimento Shine. Questo comprende un’utilissima ricarica Wi-Fi per smartphone, parcheggio assistito, fari full led, sedili posteriori scorrevoli e abbattibili e sospensioni progressive… << CONTINUA A LEGGERE >>

Citroen C5 Aircross: ecco la prova di Simone – Test Drive

Marchi auto a cui gli italiani sono più fedeli: quali sono?

Marchi auto a cui gli italiani sono più fedeli: quali sono? A San Valentino DriveK testa la fedeltà degli italiani alle prese con la scelta dell’auto nuova. Scoprine di più su PitstopAdvisor.

Marchi auto a cui gli italiani sono più fedeli: quali sono? San Valentino è il momento in cui dichiarare amore e, se possibile, fedeltà eterna. Ma se l’oggetto del desiderio non fosse il proprio partner, ma l’automobile? Il portale DriveK  – leader in Europa per la scelta e la configurazione dell’auto nuova – ha provato a testare la fedeltà degli italiani ai brand delle quattro ruote, scoprendo che non tutti sono pronti a impegnarsi per la vita con la stessa casa.

Chi ricorre ad un comparatore non sempre è intenzionato a “tradire” il proprio brand. A volte, come in amore, guardarsi intorno serve anche a confermare le proprie sicurezze e a tornare dalla dolce metà ancora più innamorati di prima. È il caso dei proprietari di auto Fiat, che passano a pieni voti la prova. Scorrendo la classifica delle auto più permutate in relazione a quelle più richieste dai singoli automobilisti, si scopre che ben il 34,8% di coloro che possiedono una Fiat, al momento di cambiare auto, punta a legarsi di nuovo allo storico marchio italiano<< CONTINUA A LEGGERE >>

Marchi auto a cui gli italiani sono più fedeli: quali sono?

Immatricolazioni auto Gennaio 2019: dati e classifica dei modelli più venduti in Italia

Scopri su PitstopAdvisor quali sono i dati relativi alle immatricolazioni auto Gennaio 2019 e guarda la classifica delle auto più vendute in Italia durante il primo mese dell’anno nuovo.

Dopo aver chiuso un 2018 in negativo, con un -3,11% di immatricolazioni rispetto al 2017 (su base annua), anche le immatricolazioni auto Gennaio 2019 hanno fatto registrare un calo del -7,55% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Fra i marchi che hanno ottenuto i risultati migliori ci sono Lancia, con un + 55,36%, e Dacia, con un + 25,72%. Ma scopriamo subito su PitstopAdvisor la classifica delle auto più vendute in Italia a Gennaio 2019… << CONTINUA A LEGGERE >>

Immatricolazioni auto Gennaio 2019: dati e classifica dei modelli più venduti in Italia

Concessionari auto: in Europa uno su due non è ancora digitale

MotorK presenta lo studio “European Franchised Dealer Sites: lo stato della presenza digitale della distribuzione automotive”. Solo il 4% dei siti prevede la possibilità di utilizzare una chat live,  il 22% non possiede un form la prenotazione di un test drive. Scopri tutti i dettagli su PitstopAdvisor.

Milano, gennaio 2019. Più di metà (il 56%) dei siti web dei concessionari europei non è aggiornata con le funzionalità di base che un sito web moderno dovrebbe avere, dimostrando di non essere all’altezza delle aspettative di un utente che vorrebbe comprare un’auto. Il 54% dei siti, ad esempio, non permette di visualizzare le auto nuove o usate disponibili al momento. Mentre strumenti come i calcolatori finanziari, i simulatori di finanziamenti e le valutazioni per la permuta sono largamente assenti (nell’86% dei casi). Questi sono solo alcuni dei risultati dello studio “European Franchised Dealer Sites: Lo stato della presenza digitale della distribuzione automotive”, condotto da MotorK (https://www.motork.io), la scaleup italiana che sta innovando a livello europeo l’intero comparto digitale automotive… << CONTINUA A LEGGERE >>

Concessionari auto: in Europa uno su due non è ancora digitale

Auto dell’Anno 2019: quali sono i sette modelli in finale?

Quali sono le sette auto finaliste del concorso Car Of The Year 2019? Scopri su PitstopAdvisor quali sono i modelli candidati al premio Auto dell’Anno 2019.

Quali sono i modelli candidati al premio Auto dell’Anno 2019? Dalle 36 auto selezionate inizialmente, sono rimaste in gara solo 7 finaliste del concorso “Car of the Year 2019”. Tra i modelli candidati al primo premio ci sono un’auto 100% elettrica, due berline tradizionali, una berlina premium, una berlina di segmento superiore, un SUV e una sportiva biposto, ma nemmeno un’italiana. Scopriamo su PitstopAdvisor quali sono i 7 modelli in finale… << CONTINUA A LEGGERE >>

Auto dell’Anno 2019: quali sono i sette modelli in finale?

Immatricolazioni auto 2018: dati e classifica dei modelli più venduti in Italia

Scopri su PitstopAdvisor quali sono i dati relativi alle immatricolazioni auto 2018 e guarda la classifica delle auto più vendute in Italia durante gli ultimi 12 mesi.

Come sono andate le vendite di auto durante l’anno 2018? Le immatricolazioni auto 2018 hanno registrato un calo del – 3,11% rispetto all’anno 2017.  Fra i marchi che hanno ottenuto i risultati migliori ci sono Jeep, con un + 70,77%, e Volkswagen, con un + 12,35%. Ma scopriamo subito su PitstopAdvisor la classifica delle auto più vendute in Italia nel corso del 2018… << CONTINUA A LEGGERE >>

Immatricolazioni auto 2018: dati e classifica dei modelli più venduti in Italia