PSA, Peugeot Citroen, compra Opel per 1.3 miliardi di euro

PSA, Peugeot Citroen, acquista Opel: nasce il secondo gruppo auto in Europa

Con l’acquisizione di Opel (Gruppo General Motors) da parte del gruppo PSA, nascerà quindi il secondo gruppo automobilistico in Europa dopo Volkswagen, mentre il gruppo Renault sarà sul terzo gradino del podio.

Oltre all’acquisto di Opel e del marchio britannico Vauxhall (che, secondo dichiarazioni, l’azienda spera far tornare in attivo entro il 2020 ), Peugeot – Citroen rileverà infatti anche, insieme con la banca Bnp Paribas (che in Italia controlla Bnl), la filiale finanziaria di GM Europe per 900 milioni di euro.

La divisione europea di Gm è in deficit cronico, con la perdita di 257 milioni di dollari lo scorso anno. In 16 anni, il conto ammonta a 15 milioni di dollari. PSA punta ad un ritorno agli utili di Opel/Vauxhall nei prossimi tre anni, con un «margine operativo del 2% entro il 2020 e del 6% entro il 2026».

Può interessarti anche: Vendite auto Europa 2016: crescita del +6,5% rispetto al 2015

L’accordo – ha detto la numero uno di General Motors, Mary Barra, in conferenza stampa a Parigi – è una vittoria per tutti gli azionisti, un successo di lungo termine, insieme saremo più forti“.

Peugeot – Opel avrà infatti 28 stabilimenti nel Vecchio continente (di cui 15 di assemblaggio) e un totale di circa 125mila dipendenti nel solo settore auto europeo.

Leggi anche: Case automobilistiche italiane, tedesche, americane, giapponesi: l’elenco completo