Suzuki Swift Sport 2018: ecco la prova di Giorgio – Test Drive

Frontalmente l’abbinamento della calandra larga spiovente con i fari full led, dona all’auto un furbo sorriso che ti vuole mettere alla prova. Non c’è possibilità di scegliere tra più allestimenti, perché non ce n’è bisogno: sono di serie cerchi da 17” bicolor neri e diamantati ed il colore Champion Yellow. Tutto ciò che serve per farsi notare.

Suzuki Swift Sport 2018: ecco la prova di Giorgio - Test Drive 2

COM’È L’INTERNO DELLA NUOVA SUZUKI SWIFT SPORT 2018?

Gli interni sono ricchi. Come detto l’unico allestimento disponibile ha già tutto di serie, primo dettaglio che si nota è il rosso che fa da filo conduttore nell’abitacolo: contagiri, plastiche nella consolle centrale e pannelli delle porte, cucitore in contrasto e scritta sport sui sedili a semiguscio contenitivi. La tecnologia come da bravi giapponesi è all’avanguardia, la quantità di dotazioni di sicurezza alla guida fa invidia alle più prestigiose berline tedesche. Tra i più importanti: sedili riscaldabili, cruise control adattivo, assist lane, fari anabbaglianti ed abbaglianti automatici, sistema frenata anticollisione, sistema anti sonno, retrocamera per retromarcia . Nella consolle centrale è inoltre incastonato lo schermo da 7” touchscreen da cui si comanda navigatore, Bluetooth, Apple CarPlay ed Android auto… << CONTINUA A LEGGERE >>

Suzuki Swift Sport 2018: ecco la prova di Giorgio - Test Drive 3