Archivi tag: marmitte moto

Impianto di scarico: qual è il più adatto per la nostra moto?

Uno dei componenti più importanti delle motociclette è l’impianto di scarico. Ogni due ruote ha infatti delle esigenze diverse come, allo stesso modo, le hanno i motociclisti. Per questo scegliere il giusto impianto di scarico per la moto è fondamentale per la guida e per una migliore comodità. Come sapete, cambiare l’intero impianto di scarico è abbastanza costoso e quindi bisogna saper scegliere, essendo sicuri che quello che stiamo acquistando, sarà un elemento che ci accompagnerà per tantissimo tempo. Per questo motivo, vediamo come scegliere l’impianto di scarico più adatto alla nostra moto.

impianto-scarico-moto

Come funziona un impianto di scarico?

Per gli appassionati di moto questo non sarà un mistero, eppure per completezza è sempre meglio fare un piccolo ripasso. L’impianto di scarico serve ai motori a far fuoriuscire i gas di scarico prodotti da quest’ultimo. È solitamente formato da un convertitore catalitico, la cosiddetta marmitta che riduce le emissioni nocive, favorendo l’ossidazione del gas; da un silenziatore utilizzato per ridurre i rumori del motore. In alcuni casi sono anche dotati di collettori, di camere di espansione, tipica dei motori 2 tempi che ha il compito di gestire i tempi di risonanza delle onde di pressione dello scarico.

Gli impianti di scarico possono essere fatti di diversi materiali. Possono essere infatti in acciaio inox, in alluminio, o in fibra di carbonio, per citarne alcuni, anche se la maggior parte sono fatti in titanio, un materiale sicuramente più performante per gli usi per cui sono fatti gli impianti di scarico.

Come scegliere un impianto di scarico?

In genere quando si sceglie qualcosa si pensa sempre all’uso che dobbiamo farne di questa. Questo discorso vale tantissimo anche per la scelta dell’impianto di scarico e per tutti i prodotti a questo annessi. Per le moto da pista infatti esiste una tipologia di modelli dedicati. Questo tipo di modelli ha infatti lo scopo di potenziare le caratteristiche propulsive della moto. Nel caso invece dell’utilizzo stradale il discorso è molto diverso, e per questo bisogna rivolgersi solo a prodotti omologati e qui infatti c’è l’imbarazzo della scelta.

L’impianto deve infatti essere in regola con le normative europee riguardo l’inquinamento e riguardo alla rumorosità del prodotto. Per questo motivo una delle caratteristiche di un buon impianto dev’essere quella relativa al peso e questa è strettamente legata ai materiali utilizzati: più sofisticati sono i materiali infatti, minore sarà il peso dell’intero impianto, silenziatore annesso.

Un altro aspetto e questo sicuramente è più alla portata di tutti è quello relativo all’aspetto estetico: il design infatti va scelto in maniera personale, ma anche in funzione alla propria due ruote e all’ergonomia del prodotto.

Quale impianto scegliere: qualche consiglio.

È possibile sia cambiare l’intero impianto, che cambiare soltanto qualche componente. Nel caso non si fosse soddisfatti della propria dotazione è possibile trovare nei negozi specializzati e in rete sia tra i moltissimi rivenditori specializzati come Omniaracing, ma anche su grandi siti quali eBay, e Amazon. È possibile trovare parti e ricambi come terminali silenziatori, decatalizzatori, etc., ma anche impianti di scarico completi, sia per modelli sportivi, che per modelli su strada. Naturalmente ci sono di prezzi più convenienti e sconti speciali.

impianto-scarico-arrow

Naturalmente prima di scegliere è necessario controllare sempre, come dicevamo prima, che il prodotto sia omologato e conforme alle normative europee. Non dimenticate di vedere se sono adattabili per la vostra due ruote. Nel caso siate in cerca di un prodotto di alto livello, controllate sempre il materiale utilizzato: i migliori restano sempre il carbonio e soprattutto il titanio.

Attenti sempre alla forma, visto che un errore in questo caso (per esempio nel terminale), può rivelarsi scomodo e controproducente.

Scarichi moto: come pulire esternamente la marmitta della moto?

Come pulire esternamente gli scarichi della moto? Cosa fare se la marmitta della moto è sporca? Ecco i consigli di PitstopAdvisor.

Gli scarichi della tua moto sono sporchi? Vorresti sapere come pulire alla perfezione l’esterno della tua marmitta? PitstopAdvisor oggi ti parlerà degli scarichi della moto, di come pulirli e tirarli a lucido in quanto, si sa, tendendo a sporcarsi, vanno ad intaccare l’estetica della tua due ruote. Ecco quindi come pulire esternamente la marmitta della tua moto.

Scarichi moto- come pulire esternamente la marmitta della moto

Per pulire alla perfezione la parte esterna degli scarichi della tua moto dovrai smontare la marmitta. Per questo motivo se non se pratico e non hai un’ottima manualità, è meglio che tu ti rivolga ad un professionista per questo tipo di operazione (se cerchi un’officina moto, la trovi su PitstopAdvisor.com!).

Iniziamo subito, per pulire l’esterno dei tuoi scarichi moto dovrai procurarti:

  • attrezzi per smontare la marmitta
  • carta vetrata (dalla P80 alla P1200)
  • spazzolino vecchio
  • pasta abrasiva
  • trasparente lucido

Fatto ciò, partiamo con il procedimento:

1) Se non hai la possibilità di utilizzare un ponte, allora sdraia la moto per terra su un fianco, meglio se lo fai ad esempio su un prato così non rischi di graffiare la carrozzeria.

2) Per lavorare, il motore della moto deve essere necessariamente freddo, per cui è meglio se la lasci a riposo alcune ore prima.

3) Ora prendi gli attrezzi specifici che ti sei procurato e inizia a smontare la marmitta. Comincia con lo svitare le due viti che si trovano vicino al collettore della marmitta, poi passa a quelle vicino al convogliatore. Ricorda di non perdere le viti e cerca di non dimenticarti dove va poi rimessa ognuna.

4) Una volta smontata la marmitta, prendila e poggiala su un piano di lavoro, ora inizieremo a pulirla esternamente.

5) Prendi la carta vetrata, avendo cura di sceglierne una che non gratti via il materiale della marmitta stessa, e uno spazzolino per fare bene le rifiniture. A questo punto inizia a carteggiare.

6) Fatto ciò, passa una mano di pasta abrasiva.

7) A questo punto, anche per prevenire la ruggine, passa una mano di trasparente lucido. Considera che devi lasciarlo asciugare almeno per 1 o 2 giorni, se il trasparente lucido non asciuga perfettamente infatti può far fuoriuscire sulla marmitta delle bolle molto difficili da togliere, per cui è meglio non utilizzare la moto per questo breve periodo.

Ed ecco fatto, ora sei riuscito a pulire perfettamente gli scarichi esterni della tua moto!

Ah, non dimenticare di rimontare la marmitta :)!


Richiedi il miglior preventivo:

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesta)

    Il tuo comune di residenza (richiesto)

    Il CAP del tuo comune di residenza (richiesto)

    La targa del tuo veicolo (può esser utile all'officina)

    Il tuo numero di telefono (può esser utile all'officina)

    Il tuo messaggio [scrivi il motivo del tuo contatto e, per rispondere correttamente alla tua richiesta dandoti informazioni e costi pertinenti, libretto di circolazione alla mano, fornisci le informazioni sul tuo veicolo fondamentali per stilare un preventivo - marca e modello (voce D.3), numero di telaio (voce E), anno di immatricolazione (voce I), cilindrata (voce P.1), kw (voce P.2), alimentazione (voce P.3), numero di identificazione del motore (voce P.5), km percorsi (questo dato lo trovi sul tachimetro del tuo veicolo) << esempio: cambio pastiglie freni Fiat 500, anno 2011, telaio ZCP41xxxx, 1.3 multijet diesel 16V 75cv, codice motore AR323xx, 55kw, 16.000km percorsi]

    Qui puoi allegare delle foto (ad esempio per lavori di carrozzeria, le foto sono utili per fare una stima della spesa necessaria per la riparazione)

    Ai sensi e per gli effetti degli artt. 7, 13 e 15 Reg. UE 2016/679, dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali per la specifica finalita':