Tagliando assicurativo elettronico: metà degli italiani non sa cosa fare in caso di controllo

Tagliando assicurativo elettronico: cosa fare?

Nello specifico, quasi 3 italiani su 10 pensano che sia ancora necessario avere il tagliando al seguito anche se non in bella vista, per mostrarlo in caso di richiesta da parte delle autorità.

Il 5% crede, invece, che non serva più portare con sé nessun documento, mentre il 14% non ha idea di come comportarsi.

Solo il 53% degli italiani sa che a seguito della dematerializzazione del tagliando occorre portare al seguito il certificato di assicurazione.

Le più incerte sono le donne: meno della metà (il 49%) ne è informata, contro il 57% degli uomini.

I più preparati sono invece i cittadini del Centro, che nel 59% dei casi hanno dato la risposta corretta, mentre la conoscenza più bassa si registra nel Nord Est (49%).

A chiarire i dubbi sulle modalità di controllo stanno progressivamente contribuendo le comunicazioni dei diversi organi competenti.

Una circolare del Ministero dell’Interno ha confermato, ad esempio, la possibilità per gli automobilisti di esibire il certificato di assicurazione in formato digitale. Un’indicazione importante, dato che in molti ormai ricevono i documenti di polizza via mail e gestiscono l’assicurazione dallo smartphone.

All’interno della Quixa App messa a disposizione da Quixa, ad esempio, è possibile trovare sempre il certificato di assicurazione e mostrarlo in caso di controlli.

Nonostante le incertezze che ancora rimangono su questo punto, tuttavia, la digitalizzazione in campo assicurativo nel complesso è giudicata in maniera molto positiva dagli intervistati. Apprezzano sia l’automatizzazione dei servizi, sia l’uso della posta elettronica in sostituzione di quella tradizionale, sia le assicurazioni online.

Leggi qui per approfondire: Tagliando assicurazione RC auto: arriva il Targa System