Tuning auto: non serve più il nullaosta per cerchi e pneumatici di misure diverse

Tuning auto: niente più nullaosta per cerchi e pneumatici di misure diverse

La cosiddetta “ liberalizzazione del tuning ”, approvata a fine 2008, prevede che determinati pezzi originali possano essere sostituiti con altri non previsti come alternativa dal costruttore del veicolo, senza che l’operazione sia più soggetta all’ottenimento di un nullaosta da chiedere al costruttore stesso.

Ad esserne coinvolti fino ad ora sono stati solo i freni, da adesso invece si aggiungono anche i “sistemi ruota” che includono: cerchi, pneumatici, viti, dadi di fissaggio, adattatori e distanziali ruota.

Il nuovo regolamento nasce dall’esigenza di regolamentare le procedure di approvazione nazionale di ruote diverse da quelle originali e da quelle sostitutive del costruttore, singolarmente o in abbinamento agli pneumatici, nonché le procedure idonee per la loro istallazione quali elementi di sostituzione o di integrazione di parti di veicoli, sulle autovetture nuove o in circolazione.

Omologazione:

I cerchi installabili al posto degli originali devono avere un’omologazione che può essere ottenuta rivolgendosi alla direzione generale delle Motorizzazione o a uno dei suoi CPA (Centri prova autoveicoli) e presentando i risultati di una serie di prove che dimostrano che quel sistema ruota non altera il comportamento su strada per i modelli per cui è omologato. Si evince che il componente deve superare varie prove di resistenza strutturale e di sicurezza di montaggio.

Se l’omologazione è già stata ottenuta in un Paese UE, compresa anche la Norvegia, l’Islanda e il Liechtenstein, sarà sufficiente presentare la relativa documentazione agli uffici delle Motorizzazioni. Ogni cerchio potrà essere montato quindi solo sui modelli per i quali è omologato e dovrà essere possibile ripristinare l’originale con un semplice smontaggio, altrimenti sarà necessario il nullaosta della Casa Auto. L’obbligatorietà dell’omologazione mette quindi fuori mercato i pezzi non omologati e certificati, a vantaggio della sicurezza stradale.

Installazione:

Autoriparatori leggete attentamente! Regole precise sono previste anche sul versante dell’installazione e montaggio. Le istruzioni sull’installazione e le varie prescrizioni dovranno accompagnare tutti i prodotti e l’installatore è tenuto a rilasciare una dichiarazione in cui attesta di aver seguito queste prescrizioni. L’installazione, nello specifico, non deve richiedere modifiche a parafanghi, passaruote, fiancate o altri elementi. Sono ammessi solo i “codolini” (ovvero i profili che bordano i passaruota), se previsti come accessorio già dalla Casa Auto. Successivamente bisogna recarsi in un ufficio provinciale per sottoporre l’auto alla classica prova e far aggiornare la carta di circolazione, riportandovi le misure dei nuovi cerchi. L’aggiornamento non è necessario se le misure delle gomme riportate nella carta di circolazione restano invariate rispetto a quelle previste in origine dal costruttore del veicolo.

Il nullaosta della casa automobilistica dovrà invece essere richiesto in caso di sostituzione/modifica di parti dell’auto che non rientrano nel sistema ruota oppure la centralina dell’ABS dell’ESP.

Lascia un commento